Corsa per il quarto posto Champions: è bagarre

Cinque squadre racchiuse in soli 5 punti: tra incognite e certezze, solo una sarà la fortunata. Ma chi?

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(164 articoli pubblicati)
FC Internazionale v Tottenham Hotspur -

Giunti alle porte della seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A, la corsa per l'ultimo posto disponibile in vista della prossima Champions League si sta infiammando.  Considerando che la Juventus è ormai lanciatissima verso l'ottavo Scudetto consecutivo, che il Napoli è l'unica squadra al momento in grado di mettere i bastoni tra le ruote all'armata bianconera e che l'Inter ha un considerevole vantaggio sulla quinta posizione, la possibilità di qualificarsi in Champions per le altre squadre coinvolte nella bagarre si trovano costrette ad una vera e propria gara di sopravvivenza dove soltanto una può riuscire nell'impresa.

Al momento, al quarto posto c'è il Milan di Gattuso, che grazie alla vittoria di Marassi contro il Genoa in un lunedì pomeriggio surreale per vari motivi, è riuscito a superare la Lazio in classifica e a tenere botta al ritorno veemente di una Roma pronta a vendere cara la pelle per centrare l'obiettivo-Champions. Ad ogni modo, i Rossoneri, pur tra mille problemi, riguardanti la cessione del deludente Higuaín al Chelsea e gli infortuni che hanno falcidiato la rosa a disposizione di Gattuso, pare la squadra più lanciata per la conquista dell'agognato posto-Champions, questo anche grazie agli arrivi di giocatori che potrebbero risultare fondamentali come Paquetà (risultato positivo nelle sue prime uscite in maglia rossonera in posizione di mezzala e trequartista) e Piątek (autore di 19 gol tra campionato e coppe in 4 mesi con il Genoa, pronto ad affiancare Cutrone in attacco). Inoltre, la riscoperta di giocatori inizialmente negativi quali Cristian Zapata e Bakayoko ha sicuramente rafforzato alcune certezze nei reparti più problematici dei Rossoneri, ovvero, difesa e centrocampo, senza dimenticare anche il recupero prezioso di Andrea Conti sull'out di destra.

Da tenere d'occhio sono anche le romane. Roma e Lazio sono squadre che, negli ultimi anni, sono abituate a lottare per le posizioni di alta classifica ben più delle altre contendenti, Milan incluso, anche se, probabilmente, hanno addirittura meno certezze rispetto alle stagioni passate: la Roma ha perso giocatori fondamentali come Nainggolan, Strootman e Alisson, considerati i fulcri della Roma dell'anno scorso insieme ai vari De Rossi, Dzeko e Manolas, ma l'opera di rifondazione di Monchi sta procedendo tra alti e bassi, viste le prestazioni altalenanti dei nuovi acquisti quali Olsen, Cristante, Kluivert, Nzonzi e Pastore e i recuperi di Schick e Karsdorp procedono a rilento, però, l'esplosione prematura di Zaniolo, l'incisività di Ünder e la stagione meravigliosa che sta vivendo Pellegrini nella posizione di trequartista fanno ben sperare; per la Lazio, le perdite di Felipe Anderson e De Vrij, i continui alti e bassi mostrati da Luís Alberto e Milinkovic-Savic e un mercato estivo poco convincente (vedasi Durmisi, Berisha e Badelj) stanno condizionando pesantemente il rendimento di Immobile e soci, senza dimenticare i problemi nell'affrontare gli scontri diretti. Per il resto, le certezze portano i nomi non solo di Immobile, Acerbi e Lucas Leiva, ma anche di Joaquín Correa, assolutamente positivo il suo impatto con la realtà biancoceleste.

Per quanto riguarda le outsider, troviamo due squadre che si stanno confermando tra le realtà più belle di queste ultime stagioni di Serie A, ovvero, Atalanta e Sampdoria: la Dea, nonostante la delusione della prematura eliminazione dall'Europa League, ha trovato finalmente in Duván Zapata il bomber tanto cercato in questi anni (13 gol negli ultimi due mesi, chapeau); mentre la Samp può coccolarsi un Quagliarella da record (a segno da 10 gare consecutivamente, a -1 dal record di Batistuta) e dei giovani quali Andersen, Praet e Audero di sicuro affidamento.

Comunque andrà a finire, la bagarre è appena all'inizio e solo a maggio sapremo con certezza chi la spunterà, anche se Milan e Roma paiono le più accreditate per poter lottare fino all'ultima partita, salvo sorprese.

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.