Considerazioni sulla Video Assistant Referee

La novità più grande del calcio nostrano pronta ad essere esportata in tutto il mondo

di Rinaldo de Palma
Rinaldo de Palma
(8 articoli pubblicati)
Juventus v SS Lazio - Serie A

Come tutti sappiamo il campionato di Serie A 2017 - 2018 ha visto l’introduzione della VAR; la famigerata e tanto chiacchierata moviola in campo ha fatto il suo debutto nel massimo campionato e nel bene e nel male sta supportando i nostri direttori di gara.

La VAR consiste di due elementi principali:

  1. una vera  propria cabina di regia esterna al rettangolo di gioco dove un secondo arbitro osserva la partita attraverso una serie di monitor. Questo ha la facoltà di suggerire o rettificare decisioni arbitrali prese o non prese dal direttore di gara in campo.
  2. il famoso video a bordo campo, situato tra le due panchine che per tutta la durata del match sfoggia il logo della Serie A. L’arbitro lo usa per rivedere azioni dubbie che nemmeno il suo collega in regia è riuscito ad interpretare.

Dunque quando ci sono situazioni dubbie la VAR entra in gioco e per buona pace di tutti aiuta a sentenziare se il fallo di mano in area è stato volontario oppure se è frutto di strane torsioni corporee non controllabili dallo sfortunato interecettore.

Fin qui non fa una grinza, teoricamente è tutto giusto. In fondo questa tecnologia è usata in modo analogo in altri sport come il basket, la scherma e la pallavolo giusto per citarne alcuni. Ma cosa hanno in comune questi sport? Sono di natura molto spezzettati, basati su azioni spettacolari che durano secondi non minuti come nel calcio.

Il grande timore di tutti era che la VAR avrebbe frammentato il gioco, ma secondo me non va presa alla lettera questa affermazione: noi appassionati sappiamo benissimo che una partita di calcio non è un flusso continuo di azioni che si susseguono senza pause; l’enorme differenza con gli sport citati prima è che tutte le azioni hanno durate molto diverse tra loro e soprattutto sono collegate da una forza imprevedibile e incontrollabile, ossia la trance agonistica che vivono atleti, allenatori ma soprattutto i tifosi sugli spalti e questo sentimento non può essere spezzato perché così si perde la magia che questo magnifico sport crea durante i 90 minuti. Tutto sta nell’equilibrio, usare la VAR solo quando è estremamente necessario perché il rischio di trasformare gli arbitri in semplici fischietti ambulanti è alto. Devo ammettere che dopo le prime giornate in cui bisognava abituarsi a questa nuova tecnologia ed era l’argomento principe di cui parlare al bar e in tv, le cose stanno migliorando sia per un’uso più congruo sia perché stiamo finalmente vivendo un campionato bello combattuto e pieno di sorprese.

In tutto questo delegati di vari campionati europei vengono ad assistere alle partite della serie A per carpire l’equilibrio giusto nell’adozione della VAR che potrebbe essere usata durante il mondiale in Russia. Io dico solo che bisogna essere molto preparati per sfruttarla al massimo e i nostri arbitri si stanno facendo le ossa. Dare questa tecnologia nelle mani di arbitri come il signor Moreno significherebbe trasformare una partita di calcio in una Via Crucis.

ItalyU19vFranceU19
Fonte: l'autore Rinaldo de Palma

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. lula1977 - 2 anni

    Ma quindi, riassumendo, qual è la tua opinione sulla VAR? Positiva o negativa?

    1. rin - 2 anni

      Finché resta a supporto dell’arbitro è assolutamente positiva. nelle ultime partite è anche diminuito il tempo in cui avviene un cambio di decisione, quindi secondo me siamo sulla strada giusta

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.