Il Chievo batte la Samp e risorge dopo tre sconfitte: 2-1 al Bentegodi

Apologia della resurrezione al Bentegodi. I Mussi riscoprono l'ebbrezza del volo.

di Giacomo Carlesso
Giacomo Carlesso
(11 articoli pubblicati)
Castro esultante

La compagine veneta guidata da Maran, risorge al Marcantonio Bentegodi, davanti ai suoi fedelissimi, dopo tre sconfitte consecutive, con un 2-1 essenziale ai danni della Sampdoria, che dopo essere andata in vantaggio, meritatamente, nel primo tempo, ha subito, con preoccupante passività, il ritorno di un Chievo che, nonostante la lenta carburazione, ha preso coraggio nel corso del match fino a condurre in porto tre punti fondamentali.

Primo tempo, come suddetto, di marca doriana, con un netto predominio del gioco (9 tiri, 2 nello specchio, contro i 3 totali dei veneti), che ha portato al vantaggio su rigore (allo scoccare dei 26'), causato da un fallo di Gobbi su Zapata, e trasformato con precisione da Quagliarella (resosi protagonista qualche minuto prima con un calcio acrobatico che per estetica avrebbe meritato più fortuna), alla diciottesima marcatura stagionale (record di realizzazioni in un campionato per il trentacinquenne stabiese, in precedenza fermatosi a 17 nel 2003-2004, quando militava al Chieti, in C1).

Ripresa in apparenza apatica, con timidi sussulti dei padroni di casa provenienti dal versante mancino, sull'asse Gobbi-Giaccherini, rivelatesi utili a spezzare il predominio di palleggio blucerchiato. Giampaolo capta il pericolo, ed inserisce il valore tecnico di Ramirez al posto dell'esuberanza fisica, quest'oggi assai contenuta, di Duvan Zapata. Ma nonostante ciò, 4 minuti dopo, al sessantunesimo appena scoccato, proprio da sinistra, rientrando sul destro, Giaccherini spezza la grigia inerzia del match con un arcobaleno centillinato per l'incornata di Castro. Il pareggio sembra scuotere gli ospiti, che ci provano con Torreira, mediante un tiro da fuori che Sorrentino smanaccia in angolo. Ma è un ineffabile fuoco fatuo. La Squadra della Diga non ci sta e sperona la Doria con l'adrenalinico Castro al sessantottesimo, il quale minaccia l'attento Viviano attraverso una staffilata dai 20 metri, accesa da una sponda di Inglese. 

I padroni di casa prendono coraggio e vengono premiati, cogliendo il vantaggio quasi involontariamente con il neoentrato Hetemaj (subentrato un minuto prima a Depaoli), che, nel tentativo di servire Inglese con un cross, ancora una volta dalla fascia mancina, beffa, sul secondo palo, Viviano, ingannato dal movimento, a tagliare sul primo legno, della punta clivense. Orsato, dopo aver consultato il silent check e successivamente controllato al VAR per verificare la validità della marcatura, convalida. I sostenitori dei Mussi Volanti, possono finalmente concedersi un grido liberatorio, visti gli sguardi da thriller che per cinque minuti hanno raggelato le seggiole del Bentegodi. Dei 12' finali (8 più recupero) sono da segnalare: il tentativo al novantunesimo di Ricky Alvarez, entrato al posto dell'acciacciato Quagliarella una ventina di minuti prima; e la gestione maestra di preziosi secondi da parte del sempiterno Sorrentino.

Il Chievo, nonostante palesi limiti tecnici, sembra aver raccolto l'invito all'umiltà evocato dal presidente Campedelli in settimana, agganciando con questa vittoria il Sassuolo a 28 punti, in vista dello scontro diretto che si giocherà a Verona nel turno infrasettimanale del 4 aprile. La Sampdoria, d'altro canto, si fa raggiungere in classifica dalla Fiorentina, ed incassando la terza sconfitta consecutiva, dopo le pesanti débâcle rimediate contro Crotone e Inter, affronterà un'Atalanta in buona forma all'Atleti Azzurri d'Italia. Chissà che la Pasqua porti ai "Ciclisti" ciò che ha portato ai "Mussi Volanti": l'illusione di una resurrezione da confermare.    

Fonte: l'autore Giacomo Carlesso

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.