Pokerissimo Napoli a Cagliari: 0-5. Ora la Juve è a -4

Troppo Napoli per il Cagliari che resiste 29' e poi crolla sotto i gol di Callejon, Mertens, Hamsik Insigne e Mario Rui

di Matteo luca Grussu
Matteo luca Grussu
(24 articoli pubblicati)
Benevento Calcio v SSC Napoli - Serie A

La partita non smentisce le attese e come previsto dai bookmakers il Napoli trova un'agevole vittoria fuori casa alla Sardegna Arena contro il malcapitato Cagliari di Lopez; dopo un avvio incerto i partenopei prendono il controllo e infilano la porta dei sardi 5 volte, apre le danze Callejon e cala il sipario Mario Rui con una prodezza da fermo.

Il Napoli si conferma a Cagliari la prima potenza del campionato e consolida la sua concretezza lontano dal San Paolo: con lo 0-5 di Cagliari i partenopei ottengono infatti il decimo successo di fila , serie iniziata lo scorso 16 Dicembre in casa del Torino, e proseguono a macinare punti in trasferta dove il Napoli non perde da 16 mesi! Una striscia vincente impreziosita dai 67 gol nelle ultime 25 gare con una media di 2,67 gol a partita.

Il Cagliari comunque non vuole partire sconfitto e sembra voler vendere cara la pelle già dai primi minuti, e ne beneficia lo spettacolo, perché all'ormai noto gioco spumeggiante del Napoli si aggiunge un Cagliari veloce e dinamico che prova a tenere testa alla corazzata di Sarri con delle buone giocate e impegnando Reina con delle conclusioni però non irresistibili. Alla mezz'ora di gioco il maggiore tasso tecnico degli ospiti fa emergere i limiti dei giocatori del Cagliari; Allan (monumentale rubapalloni) approfitta di un errore di Padoin e serve Callejon  che infila Cragno  e sblocca la partita. Il Cagliari accusa il colpo e non riesce a risollevare la testa, arrivano i primi cartellini per Koulibaly e Barella (ormai sempre nel taccuino dei cattivi) e al minuto 42' è ancora il Napoli che ruba il pallone e la mette dentro, Hysaj  anticipa il greco Lykogiannis e mette un pallone teso in area che trova la deviazione vincente di Mertens; si va a riposo sullo 0-2 con il Napoli che non sembra sazio e il Cagliari senza idee che non riesce a reggere il confronto sul campo.

Il secondo tempo si apre con lo stesso copione e il Napoli dilaga, segna prima Hamsik al sedicesimo della ripresa  e poi Insigne dal dischetto in seguito ad un fallo di mano di Castan in area punito anche col giallo; La perla di Mario Rui sul finale fa registrare un passivo pesantissimo ma meritato, e nonostante i fischi dei tifosi all'indirizzo di Diego Lopez la curva sventola la sciarpe per i propri giocatori che nonostante la brutta prestazione non vengono indicati come i maggiori colpevoli del tracollo.

Unica nota positiva in casa rossoblù la buona prestazione del nordcoreano Han che si conferma giocatore di qualità e con buone prospettive di crescita, lo sanno bene in casa Juve dove lo corteggiano già da mesi.

La distanza dalla zona retrocessione ora è a sole 5 lunghezze e vede 6 squadre impegnate a lottare per la salvezza: se a Genova nella prossima trasferta il Cagliari non troverà le forze per reagire a questa pesante sconfitta, per i sardi si prevede un finale di campionato turbolento.

Fonte: l'autore Matteo luca Grussu

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.