Cagliari, fidati dell’Uomo Ragno

Nuova avventura in panchina per Walter Zenga, questa volta alla guida del Cagliari nell'anno del centenario

di Francesco Fiori
Francesco Fiori
(121 articoli pubblicati)
Zenga

Le prospettive di inizio stagione erano ben altre, era l'anno dei cento anni del Cagliari e dei 50 dall'immenso e primo scudetto del 1970, una cavalcata iniziale che faceva sognare, poi il buio e ora l'arrivo di Walter Zenga.

L'ultima vittoria rossoblù risale al 2 dicembre 2019, quando il gol di Cerri al 96' chiudeva la gara con la Sampdoria dopo lo 0-2 iniziale e continuava a far sognare il popolo sardo. Poi c'è il nulla.

Undici partite senza i 3 punti, quattro pareggi e poi sconfitte con Lazio, Udinese, Juventus, Milan, Genoa, Napoli e infine Roma, quando l'avventura di Rolando Maran è stata definitivamente chiusa.

Ripartire da Walter Zenga ha diviso la tifoseria. Da una parte c'è chi non vede in Zenga un abile condottiero, ricordando i disastri di Palermo, di Genova sponda Sampdoria, le mille e più avventure su squadre improponibili, dalla Romania alla Stella Rossa, dal Gaziantespor al  Al-Ain negli Emirati, riapprodando in Italia con Catania e Palermo prima di un altro giro del mondo tra Al Nassr, Al Nasr e Al Jazira, con ritorno in A con la Samp e una contestazione nata già nel precampionato.

Infine Al Shaab, ancora Emirati, poi Crotone e Venezia prima di trovare ora il sole della Sardegna, in una piazza esigente ma che sa anche amare. 

Zenga va anche ricordato in positivo, con le esperienze di Catania (lasciata poi troppo in fretta per il Palermo) e per il quasi miracolo di salvare il Crotone, proprio ai danni del Cagliari, con un gol di Ceccherini annullato dal var e che avrebbe potuto riscrivere la classifica di Serie A.

Classifica che andrebbe rivista per il Cagliari, con Zenga che deve riaccendere il genio di Nainggolan, sfruttare l'ultimo acquisto Pereiro e pregare nella vena realizzativa di Joao Pedro, dopo il vuoto che gravita intorno al numero 10 brasiliano.

Se per Zenga resta intatto il sogno di guidare l'Inter l'ennesima prova d'esame sarà far rinascere il Cagliari in una stagione importante quale quella del centenario, servirà carisma, classe e grinta e Walter può farcela.

Zenga
Fonte: l'autore Francesco Fiori

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Annulla risposta

Inserisci qui il tuo commento

  1. Davide 46 - 7 mesi

    Per il resto vedremo con il Cagliari che ha a disposizione

  2. Davide 46 - 7 mesi

    Zenga buon portiere ma non allenatore

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.