Cagliari-Inter: crollo nerazzurro. Chi c’è c’è, chi non c’è…

I nerazzurri subiscono una pesante sconfitta in casa del Cagliari per 2 a 1. Autogol di Perisic e reti di Lautaro e Pavoletti.

di Giuseppe Colicchia
Giuseppe Colicchia
(70 articoli pubblicati)
Cagliari v FC Internazionale - Serie A

Una sconfitta merita e che può fare davvero molto male all’Inter: possibile sorpasso del Milan e avvicinamento delle inseguitrici. I ragazzi di Spalletti sprecano una ghiotta occasione per provare ad allungare i punti di distacco in classifica e per prendersi una rivincita dopo l’ingiusto pareggio di Firenze.

ANALISI DELLA PARTITA
Il Cagliari affronta la partita con una prestazione fisica di livello assoluto. Ha messo sotto i nerazzurri sull'aggressività e la voglia di andare a lottare su ogni pallone. Un pressing asfissiante dei cagliaritani ha reso molto difficoltosa la manovra dell’Inter per tutto il primo tempo: tantissima imprecisione nei passaggi e molti errori tecnici da parte di quasi tutta la squadra. In una partita così fisica, Nainggolan vince la sfida personale con Cigarini: la prima volta Cigarini commette fallo e viene ammonito, la seconda idem, meriterebbe il secondo giallo e l’espulsione ma l’arbitro lo grazia. Skriniar anticipa l’avversario prendendo il pallone, l’arbitro Banti prende un grosso abbaglio fischiando fallo e ammonendo lo slovvacco. Proprio da quella punizione il Cagliari trova la rete del vantaggio: colpo di testa di Ceppitelli, deviazione di Perisic e Handanovic battuto.  L’Inter continua a soffrire e a non riuscire a chiudere i cross dagli esterni dei padroni di casa, sempre molto pericolosi. Al 38’ arriva il lampo dei migliori in campo tra i nerazzurri: Nainggolan si allarga sulla destra e mette un cross al centro sul quale arriva Lautaro Martinez ad anticipare tutta la difesa avversaria e battere il portiere sul primo palo. Trattasi appunto di un lampo, l’Inter ritorna a subire e, prima dello scadere della primo tempo, Pavoletti trova un gran gol che porta la sua squadra sul 2 a 1: cross dalla destra di Srna, la difesa nerazzurra perde di vista Pavoletti che calcia al volo e batte Handanovic. Nel secondo tempo l’Inter prova una reazione ma non riesce mai ad essere davvero efficace. Il Cagliari continua a pressare e chiudere gli spazi, l’Inter ha qualche occasione per pareggiare il risultato ma la spreca con i vari Politano, Borja Valero e Lautaro (tiro parato da Cragno che colpisce il palo). Negli ultimi minuti di partita Spalletti attua la sua mossa disperata inserendo Ranocchia come punta; il Cagliari riparte, Skriniar è ingenuo e commette fallo da rigore. Rigore tirato alto da Barella, che non consola affatto gli interisti.

MALE TUTTI
In questa partita si salvano solo in due: Lautaro Martinez e Nainggolan. Lautaro si muove molto dentro l’area, segna, colpisce un palo ed è l’unico che riesce ad essere pericoloso in avanti. Nainggolan continua il suo momento di crescita prestazionale e fisica: fornisce l’assist per il gol ed è l'unico collante tra centrocampo e attacco. Molte azioni nascono dalla sua capacità di ricevere le “pallate” (termine usato da Spalletti), di proteggere palla e girarsi per poi lanciare lungo per i compagni o tentare la percussione palla al piede. Stranamente oggi delude molto la difesa. Asamoah è impreciso, impacciato e distratto; De Vrij e Skriniar colpevoli sul gol di Pavoletti, lo slovacco commette anche fallo da rigore. Vecino disastroso, Brozovic lasciato solo e poco cercato. In avanti, gli esterni innocui. Spalletti colpevole di non aver trovato soluzioni tattiche per arginare gli avversari. Due cambi fatti soltanto alla fine, alla disperata. Avrebbe potuto fare esordire Colidio e passare alle due punte, molto prima del cambio di Ranocchia, per far abbassare la linea difensiva del Cagliari.

ARBITRI E SKY
L’Inter viene di nuovo penalizzata dall’arbitraggio, stavolta però non può essere affatto un alibi, data la pessima prestazione. Lo sfogo di Spalletti nel post partita contro “l’incolpevole” Caressa ha mosso in positivo le acque dei telecronisti Sky, che hanno cominciato a dire le cose per come stanno, puntualizzando gli errori arbitrali. Qui non si cercano favoritismi, ma soltanto un trattamento equo e corretto per tutte le squadre; l'imparzialità.

Cagliari v FC Internazionale - Serie A
Fonte: l'autore Giuseppe Colicchia

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.