La favola dell’uomo nero in chiave moderna!

Mario Balotelli, calciatore del Brescia, nato a Palermo il 12/08/1990

di Arsenico 17
Arsenico 17
(1 articoli pubblicati)
SSC Napoli v Brescia Calcio - Serie A

Questa notte ho fatto un sogno, strano. Una coppia di turisti, marito e moglie, di nazionalità cinese - in vacanza in Italia nella mia amata terra d'origine, la Puglia - mi affidava la carne della loro stessa carne solo per pochi giorni, al massimo un paio di settimane. Così mi diceva il padre della bambina e io, ingenuamente, gli ho creduto. Solo per pudore, ho preferito non fare altre domande.
Anche perché, Dio mi è testimone, avendo una certa predilezione per i bambini - preferendoli di gran lunga alla compagnia noiosa e stantia degli adulti - ho deciso di buon grado d’accettare l’affidamento sebbene, solo, temporaneo e ben consapevole dell’enorme responsabilità affidatami dalla coppia asiatica. Da lì a poco quella bambina cinese dagli occhi a mandorla - come poche altre al mondo dotata di un sorriso  contagioso - sarebbe diventata la mia unica e amata figlia: anima della mia stessa anima. Sapete, a parere dello scrivente, la vita ovattata nei sogni scorre, lenta, in poche ore, minuti e secondi d’orologio. Attimi rubati all’eternità. Tic! Toc! Tic! Toc! Chiamala se vuoi premonizione, ricettività, desiderio di paternità o carenza affettiva. Fa istess! Per lo scrivente è stato, sempre, difficile comprendere i messaggeri della notte: i “sogni” sono un po’ come biglie impazzite che, a fari spenti, rotolano nell’animo e, purtroppo, mai ti spiegano….

Mario Balotelli nasce a Palermo, Domenica 12 Agosto del 1990 dall’unione tra la madre biologica, Rose e il padre biologico, Thomas Barwuah. Non faccio fatica ad ammetterlo - l’ignoranza non è un virtù di cui vantarsi in pubblico, al contrario sarebbe bene vergognarsi di portarla a braccetto un po’ come si tiene una vecchia, stronza, per amica - prima di questa notte non conoscevo, affatto, la biografia di Mario Balotelli.
Chiedo scusa a tutti, soprattutto a Mario. Mi tolgo il capello e mi prostro per rispetto. E’ tutta colpa della mia ignoranza. Maledetta, io ti uccido!
Oggi sono, finalmente, sveglio! Ascolto il canto degli uccelli intenti a serbare il nido sul ramo di un albero.  Baci e abbracci spezzati dall’altro lato, in un letto caldo. La moka stornella. Prego, il caffè? Si, grazie! Mi sono deciso, oggi non voglio vivere la giornata  come ieri -  essa sia sempre benedetta - con la coscienza sporca: “Cari lettori dovete sapere che ho sempre avuto una certa antipatia, oserei definirla viscerale, nei riguardi di quel bad boy dalla pelle scura e nera come il carbone custodito nel ventre della terra”.  Leggo e rileggo le righe a seguire - che io oggi sia maledetto - come farebbe in chiesa un’esperta bizzoca recitando una preghiera con il rosario tra le dita: “Il cittadino italiano di etnia nera con radici ghanesi è stato diagnosticato con una complicanza intestinale pericolosa per la vita dopo la nascita, una condizione che i suoi poveri genitori non potevano permettesti di trattare e che non avevano altra scelta che offrigli l’adozione……”  

La giornata sta volgendo, nuovamente, al termine. Il sole, freddo, saluta dietro i palazzi e le colline. La notte, ancora, non vi ha inviato al suo banchetto? Cosa state aspettando? Mettete a letto, i vostri cari e amati bambini: carne della vostra, stessa, carne.

Un consiglio solo per te, caro bambino/a. Una volta a letto, quale essa sia la tua pelle: io me ne frego!
Dormi che è meglio così! Ninna, nanna! Ninna Oh!

perché se non dormi, viene l’uomo bianco e ti porta via con sé!

Fonte: l'autore Arsenico 17

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.