Sossio Aruta: una vita da… “Campioni”

Il Re Leone, ormai star di Uomini e Donne, vuole esordire in serie A

di Dario Curcio
Dario Curcio
(11 articoli pubblicati)
aruta benevento

Da Campioni alla Champions passando per Uomini e Donne ma col sogno serie A.

Sossio Aruta negli ultimi anni di sicuro ne ha fatta di strada, ma ancora non sembra volersi fermare. Nato a Castellammare di Stabia il 19 dicembre del 1970, il Re Leone, questo il suo soprannome in campo, è un centravanti di razza, nel rettangolo di gioco ma anche fuori. Come calciatore infatti ha militato in tutte le serie calcistiche italiane tranne una: si proprio la serie A che lui ancora sogna. Una carriera da bomber, più di 350 gol tra professionisti e dilettanti, che nel 2005 lo porta al Cervia alla corte di Ciccio Graziani, con Aruta che sarà uno dei protagonisti del reality “Campioni, il sogno”. Calcio e tv quindi, un binomio che continua ancora.

Alle prestazioni sul rettangolo di gioco da circa 3 anni abbina infatti la presenza fissa come corteggiatore nel trono over nel popolare programma di Maria De Filippi, “Uomini e Donne”. Per non farsi mancare nulla c’è anche una piccola, ma pur sempre prestigiosa partecipazione alla Champions League. Nella stagione 2010-2011 gioca infatti da titolare la gara d’andata del primo turno preliminare che il suo Tre Fiori, squadra di San Marino, perde per 3-0 contro i montenegrini del Rudar Pljevlja.

Alla sua carriera straordinaria manca solo la perla finale: quella serie A che sogna fin da bambino. Possibilmente da trovare col suo Benevento. Si perché Aruta, tra le altre, ha militato in 3 diverse stagioni proprio con la formazione campana. “Perché allora non provare a realizzare il sogno in questa stagione?” avrà pensato il Re Leone che ha deciso di rivolgere un appello al presidente del Benevento Vigorito: “Al presidente – spiega Aruta – ho chiesto di poter giocare un minuto in serie A”.

Il sogno di partire dalla terza categoria e scalare tutte le serie fino a quella più importante. Un sogno che con ogni probabilità non si realizzerà, per giocare bisogna infatti essere tesserati dal club e poi essere inseriti in lista e il Benevento non può più modificarla. Ma Aruta siamo sicuri ci proverà ancora, anche perché se a 47 anni, quasi 48, ancora calca i campi di calcio perché non fare di tutto per il proprio sogno?

aruta uominiedonne
Fonte: l'autore Dario Curcio

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.