Benevento 007 (punti): licenza di rimontare

Per la squadra di De Zerbi la salvezza, che dista 8 punti, non è più un'utopia. E la storia insegna che tutto è possibile...

di Andrea Bonso
Andrea Bonso
(10 articoli pubblicati)
Benevento Calcio v UC Sampdoria - Serie

La Cenerentola della Serie A potrebbe diventare la protagonista di una favola incredibile, dal finale sorprendente. Sì, perché il Benevento, dopo un girone d'andata praticamente da assente non giustificato, ha iniziato ad ingranare e ha infilato due vittorie consecutive, contro Chievo e Sampdoria.

Con queste belle prestazioni vincenti, la squadra di De Zerbi ha dimostrato di non essere finita in Serie A per caso e che l'obiettivo salvezza non è solo pura utopia. Certo, come una rondine non fa primavera, due vittorie non possono significare rinascita, ma il Benevento sembra davvero sulla strada giusta per dare finalmente dignità ad un campionato fino a pochi giorni fa veramente drammatico.

Prima della vittoria con il Chievo, all'ultima giornata del girone d'andata, il Benevento le aveva perse tutte tranne il pareggio incredibile con il Milan, arrivato grazie al gol in pieno recupero del portiere Brignoli.

Ora, superato forse il trauma della nuova categoria (prima volta in A), il Benevento può dare il via alla missione salvezza. 7 i punti in classifica dei campani, 15 quelli di Spal e Crotone: 8 lunghezze che non rappresentano un abisso, contando inoltre che mancano ancora 18 partite alla fine.

Per quanto riguarda la squadra, ci vogliono sicuramente rinforzi, e alcuni sono già arrivati, come Sandro, ex Tottenham, West Bromwich e Qpr con presenze nella nazionale brasiliana, che porterà esperienza e tecnica nel centrocampo giallorosso, il difensore Billong dal Maribor e Guilherme, attaccante ex Legia.

Il presidente Vigorito sa che servirà un'impresa, ma ci crede: “Non arrendiamoci mai”. Gli fa eco mister De Zerbi, chiamato al posto di Baroni con il compito quasi impossibile di raggiungere la salvezza: “Io mi concentro sul presente, partita dopo partita, bisogna togliere la paura di non fare risultati e continuare su questa strada”.

Nonostante sia difficilissimo, l'ex tecnico di Palermo e Foggia può farsi coraggio dato che ci sono vari esempi di squadre date per spacciate che alla fine sorprendentemente sono riuscite a salvarsi. Basti pensare al Crotone, che un anno fa, a questo punto del campionato, era messo peggio del Benevento, a -9 dalla salvezza, ma alla fine ha conquistato in extremis il diritto di giocare un altro anno in serie A. 

Oltre al Crotone, come non citare la Reggina di Walter Mazzari, data per retrocessa ancor prima di iniziare il campionato, visti gli 11 punti di penalizzazione causa Calciopoli. La squadra calabrese però compie l'impresa: i punti a fine campionato sono 40, 51 quelli conquistati sul campo. Una media da Europa che vale una salvezza epica...

E all'estero? Un esempio ci arriva dalla Premier League di quest'anno, con il Crystal Palace che dopo sette giornata era ultimo con zero vittorie e soprattutto zero gol segnati. Poi il cambio in panchina, con l'avvicendamento tra due ex Inter: via De Boer, dentro Roy Hodgson. Con l'inglese, il club di Londra ha cambiato decisamente marcia e oggi è fuori dalla zona retrocessione.

E ora ci prova il Benevento, una mission impossible per entrare a far parte del club delle rimonte impossibili.

Fonte: l'autore Andrea Bonso

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.