Tris Atalanta a Benevento. Che coppia Gomez e Barrow!

Prestazione autorevole dei bergamaschi, che annientano un Benevento troppo inferiore grazie alle magie del duo Papu-Musa

di Marcello Lavetti
Marcello Lavetti
(69 articoli pubblicati)
Benevento Calcio v Atalanta BC - Serie A

La legge dei più forti. Che l'Atalanta sia una squadra di alto livello è un fatto ormai assodato, ma giocare in trasferta con questa personalità fa venire in mente quanto la distanza con le big che la precedono in classifica sia una questione di un paio di campioni in più. Uno di questi potrebbe essere già in organico, perché Musa Barrow ha tutte le potenzialità per diventare l'ennesimo uomo mercato sfornato dallo scrigno dei tesori di Zingonia. A nemmeno vent'anni ci sono ancora   da aggiustare dei difetti, in primis la conduzione più precisa della palla, ma sotto le cure di mastro Gasperini è probabile che tra qualche mese il gambiano sarà una minaccia per tutte le difese della serie A. Lo zero a tre fotografa perfettamente il divario tecnico che divide la Dea da questo Benevento, con De Zerbi che ci ha messo del suo privandosi inizialmente di tre lenze come Sagna , Sandro e Djuricic.  Stavolta il gigante Diabaté non ha fatto sfracelli, e se non segna emergono anche certe lacune sul piano tecnico.

Giri del motore. È il Benevento a cominciare meglio, con il gioco di posizione di De Zerbi che sembra mettere in difficoltà gli ingranaggi bergamaschi grazie alla velocità di Brignola e Parigini, ben supportati dalle geometrie di Viola. Il ballo dei sanniti dura una ventina di minuti, quando un lob di Diabaté finito alto diventa  l'allarme che innesca la potenza del motore atalantino. Prima Hateboer ci prova con un sinistro angolato, poi Freuler concretizza in area un bel pass di Cristante a seguito di un'azione iniziata da Petagna. È il gol dell'uno a zero ma anche l'inizio dello show della Dea. De Roon si impossessa della mediana, dall'altra parte la verve di Parigini non basta per impensierire la granitica retroguardia orobica , dove il solo Mancini pare un po' in sofferenza e di fatti viene poi sostituito da Castagne. Dopo quella su Icardi di sabato scorso, Hateboer si segnala per un'altra ottima chiusura difensiva al minuto trentadue. Caro Gasp, sicuro che non vuoi provare l'olandese come centrale di destra?

Un Musa per il Papu. Diverse le novità in campo nel secondo tempo. La più decisiva è quella chiamata Musa Barrow, la freccia nera che prende il posto del solito abulico Petagna, che dopo solo quattro minuti segna il suo primo gol in serie A. Gran merito va a De Roon che sradica un pallone e da il lá all' acuto del gioiello africano. De Zerbi si gioca le carte Sagna, Iemmello e soprattutto Djuricic, un tipino che sarebbe bello vedere crescere in un ambiente propizio ai talenti inespressi come quello di Bergamo.  Il mattatore della gara diventa però  il Papu Gomez, che si intende a meraviglia col nuovo compagno d'armi e gli regala anche un cioccolatino che però Musa non riesce a tramutare in gol. Meravigliosa la rete del tre a zero, con il folletto argentino a seminare avversari come birilli per poi insaccare con un preciso calcio a giro.                 L' Atalanta  si permette anche il lusso di sprecare  in maniera comica un rigore con De Roon, che scivola al momento del tiro mandando la palla al firmamento stellato. Prova a divertirsi anche Caldara, che lascia un paio di volte la propria area per tentare fortuna in attacco, ma non trova sponda dai compagni a causa di qualche egoismo di troppo.

Fine ed inizio. Per il Benevento si avvicina a grandi passi la retrocessione, con una squadra ed un allenatore su cui puntare comunque per una rapida risalita. L' Atalanta è più che mai in corsa per accaparrarsi l'ultimo posto libero sul vagone Europa League, e con il duo Papu-Barrow il traguardo potrebbe anche rivelarsi meno complicato del previsto.

Fonte: l'autore Marcello Lavetti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.