Tre punti su cui l’Atalanta dovrà confermarsi per tornare in Europa

Il dominio contro il Verona ha dimostrato che la squadra di Gasperini può lottare per l'Europa: ecco i tre punti su cui la "Dea" dovrà fare affidamento

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(119 articoli pubblicati)
Verona-Atalanta

Atalanta, batti sto cinque”. È questa la frase che i tifosi atalantini hanno usato per descrivere quella che è stata la partita contro l’Hellas Verona. Una partita, anzi, un dominio nerazzurro non solo nel gioco, ma anche nei gol: tanto da farne addirittura cinque. Con questa vittoria gli orobici di conseguenza agganciando la Sampdoria a quota 44 punti al settimo posto in classifica, dimostrando di giocarsi un posto in Europa League giocando bene a calcio, ma soprattutto con la convinzione di fare risultato contro tutto e tutti: alla faccia di chi l’Atalanta ad inizio campionato la considerava solo una sorpresa. Certo, il sesto posto è lontano sei punti, non sono pochi i punti di distacco, ma neanche tanti, contando che contro il Milan manca ancora uno scontro diretto in casa, e all’andata i nerazzurri hanno vinto per 0-2. Ma quali sono i tre  punti dove l’Atalanta dovrà confermarsi e magari migliorarsi per poter ritornare in Europa?

1- Continuità nerazzurra.  Come l’anno scorso, per arrivare in Europa, c’è bisogno di continuità. Continuità che l’Atalanta ha acquisito nel girone di ritorno, dove i nerazzurri hanno conquistato cinque vittorie (quattro in trasferta), due pareggi, e due sconfitte (contro Juventus e Napoli), ottenendo due punti in più rispetto al girone d’andata. Atalanta che per riconquistare il posto in Europa dovrà continuare a vincere e a conquistare punti sulle dirette concorrenti: sarà fondamentale non perdere punti, ma soprattutto recuperarli in caso di cadute improvvise di Milan e Sampdoria. Da contare che i nerazzurri devono affrontarle entrambe in casa: Sampdoria il 3 Aprile, Milan 13 Maggio. Ma in lotte come queste non sarà, sportivamente parlando, importante vincere la battaglia, ma soprattutto la guerra: il posto in Europa League.

2- Papu, Ilicic, Petagna: gol, fantasia e assist.

Gomez: contro il Verona si è finalmente sbloccato, ma non solo: crea gioco, occasioni e assist. Papu è uno dei giocatori che può fare la differenza in questo sprint finale di campionato dopo una stagione altalenante. Le ultime giornate passate tra occasioni sfumate e prestazioni sottotono sembrano solo un lontano ricordo: Papu è pronto, e da vero capitano trascinerà i suoi fino alla fine della stagione.

Petagna: se fa salire la squadra, fornisce assist, e lotta come un guerriero, qual è il problema se non segna? Nessuno, infatti il ragazzo non è un calciatore dotato per segnare, ma per far segnare. La costanza non gli manca, e sicuramente la fame di ritornare a giocarsi l’Europa League.

Ilicic: semplicemente un fenomeno per la “Dea”: corsa, dribbling, fantasia e gol. Il numero 72 atalantino con la tripletta di Verona è arrivato a quota 10 gol, impazzendo la difesa gialloblu.  Se si vuole puntare all’Europa non puoi non fare affidamento su di lui.

3- Timoty e Leo: lo scoperto e il ritrovato.

Fascia destra: chi si ricorda l’anno scorso quanto rendeva Conti sulla destra? Già, era l’esterno destro perfetto: corsa, cross e gol. Da quando è partito, Gasperini ha avuto difficoltà a ritrovare la velocità sulla fascia destra. Velocità che però nelle ultime giornate ha ritrovato in un ragazzo che ad inizio stagione è stato poco considerato: Timoty Castagne. Esterno destro che ha tutto quello che serve: fame, corsa e cross. Infatti il ragazzo ha conquistato la fiducia dell’allenatore, tanto da giocare sia a Bologna che a Verona: al ragazzo serve continuità, e potrà diventare un esterno a tutti gli effetti.

Fascia sinistra. Dopo un girone d’andata altalenante, riecco Leonardo Spinazzola: tornato a sfornare prestazioni di alto livello. Sulla sinistra è imprendibile e veloce. Talmente veloce da fornire assist, dribbling e giocate sulla sinistra. Il fatto che il ragazzo abbia voglia di riscatto si è visto eccome: fame di riscatto che può diventare un’arma in più per l’Atalanta di Gasperini.

Verona-Atalanta
Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.