Tra certezze e sfoghi, buona la prima a Rovetta per l’Atalanta

Al Centro Sportivo Marinoni di Rovetta la squadra di Gasperini supera la rappresentativa locale 7-0. Gasperini: "Mancano ancora quattro giocatori".

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(101 articoli pubblicati)
Atalanta

Nonostante fosse solo la primissima sgambata dopo soli tre giorni di preparazione e il divario fra Atalanta e i dilettanti della Rappresentativa Val Seriana fosse piuttosto netto, l’amichevole disputata ieri a Rovetta ha offerto diversi spunti sia per quanto concerne l’aspetto ambientale, sia per quanto visto sul campo, sia per le dichiarazioni di Gian Piero Gasperini nel dopo-gara.

ILICIC-BARROW-GOMEZ: LA CERTEZZA ASSOLUTA - Dal campo, invece, le prime conferme arrivano a pochi minuti dal fischio d’inizio, con Barrow che mostra al pubblico di non aver perso il feeling con il gol. Il gambiano firma una doppietta al 9’ e al 13’: nella prima occasione Musa si presenta solo davanti all’estremo difensore seriano; nella seconda sfrutta una perfetta verticalizzazione di Ilicic prima di fulminare Bogazzi. Oltre ad aver mantenuto la buona confidenza con il gol, l’ex gioiellino della Primavera conferma anche la buona intesa con Ilicic e Gomez. Al 14’ Barrow effettua un cross rasoterra dalla sinistra trovando lo sloveno tutto solo sul secondo palo (3-0), mentre al 28’ partecipa alla veloce triangolazione con l’argentino che poi appoggia in rete per il 4-0.

ALLA SCOPERTA DEI GIOVANI - La sfida contro la Rappresentativa della Val Seriana è stata l’occasione anche per vedere in campo i tanti giovani aggregati a questo ritiro. Nella prima frazione di gioco, ad esempio, abbiamo avuto modo di vedere fra i pali Radunovic, rientrato dalla Salernitana, e soprattutto Colpani, classe 1999 proveniente dalla Primavera nerazzurra, schierato a centrocampo al fianco di de Roon. Nella ripresa, invece, hanno trovato spazio Heidenreich, posizionato al centro della retroguardia, Girgi nelle vesti di esterno sinistro, Kulusevski nei panni dell’interno di centrocampo, i rientranti Pessina e Valzania, Tumminello e infine il quasi sedicenne Traore (2002), esterno d’attacco ivoriano che ha incantato Rovetta con qualche numero di alta scuola. All’appello è mancato solamente Varnier, infortunatosi sabato dopo uno scontro con il Papu e che rischia di averne almeno per un mese, anche se i tempi di recupero saranno definiti solamente fra qualche giorno quando il difensore si sottoporrà a nuovi accertamenti. 

LA SCOSSA DI GASPERINI -Al termine della gara, Gasperini non ha usato mezze misure per fare il punto della situazione in casa Atalanta: «Ci mancano quattro giocatori importanti. Per stare in lotta sui tre fronti abbiamo bisogno di risorse in ogni reparto e sinceramente siamo molto indietro rispetto a quanto avevamo preventivato. Non parlo delle singole situazioni, ma abbiamo bisogno di una mano. Dovessero cedere un altro calciatore importante? A quel punto ne servirebbero cinque. Mi auguro che già in questi giorni si possa concretizzare qualcosa in modo da recuperare del preziosissimo tempo». L’attenzione si sposta poi sui giovani e sui nuovi arrivati: «Reca sembra un valido ragazzo, ma parla solo polacco e questo è un piccolo problema. I giovani impegnati oggi e in ritiro con noi possiedono dei bei numeri, ma sono qui anche perché ci serviva arrivare a un buon numero per poterci allenare in una certa maniera. Traore? Ha doti notevoli, ma deve ancora compiere 16 anni, diamogli tempo».

Atalanta 1°tempo (3-4-3): Radunovic; Castagne, Mancini, Palomino; D’Alessandro, De Roon, Colpani, Reca; Ilicic, Barrow, Gomez. Allenatore: Gasperini.

Atalanta 2°tempo (3-4-3): Rossi; Toloi, Heidenreich, Masiello; Hateboer, Pessina, Kulusevski, Girgi; Valzania, Tumminello, Traore.

Rappresentativa Val Seriana (3-4-3): Bogazz ; Gotti, Gagliardini, Pietta; Benzoni, Franchini, Ubbiali, Piantoni; Panza, Borlini, Masinari. Subentrati: Tanghetti, Caccia, Birolini, Alberta, Ribolla, Carminati, D’Agostino, Curnis, Meda, Carrara, Porfidia, Tiraboschi, Beretta, Beloli, Cornelli, Ongaro. Allenatore: Radici.

Arbitro: Frosi di Treviglio

Reti: 9’pt e 13’pt Barrow (A), 14’pt Ilicic (A), 28’pt Gomez (A), 32’pt Palomino (A), 5’st Toloi (A), 36’st Tumminello (A).

Gomez
Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.