“Se va male, tutti a Sarajevo”: il tifo dell’Atalanta riparte da qui

Il Tas ha ribaltato la situazione in casa Milan: rossoneri ai gironi. Ma ciò non ferma l'Atalanta che, nonostante i preliminari, è pronta alla nuova stagione.

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(118 articoli pubblicati)
Reggio Emilia 14-09-2017 Europa League Group E Atalanta - Everton foto Image Sport/Insidefoto nella foto: tifosi Atalanta

Dopo un'attesa passata tra sentenze rimandate e ricorsi, è arrivata la tanto attesa sentenza: con gran sorpresa, il Tas è riuscito a ribaltare la situazione in casa Milan cancellando la squalifica dei rossoneri, portandoli ai gironi di Europa League, e di conseguenza portando l'Atalanta ai preliminari. Tra i tifosi c'è l'amaro, ma la rabbia ha fatto spazio alla voglia di ripartire e di dimostrare il vero potenziale nerazzurro.

IL RIBALTAMENTO DEL TAS - La tesi del Milan si è concentrata soprattutto sulla svolta avvenuta una decina di giorni fa, con Elliott che ha preso il controllo del club in seguito al default di Li Yonghong, il misterioso cinese uscito di scena dopo un investimento di 500 milioni di euro. Davanti agli arbitri ha parlato anche un rappresentante del fondo, Franck Tuil, uno dei candidati al ruolo di  nuovo ad che sarà probabilmente scelto dopo
l’assemblea di sabato.

PROSSIMA TAPPA SARAJEVO - Al seguito della sentenza, l'Atalanta affronterà dunque il Sarajevo tra sei giorni al Mapei Stadium alle 20:30. Mentre invece il ritorno a Sarajevo verrà giocato il 2 di Agosto. Staremo a vedere come Gasperini schiererà in campo i suoi giovani, anche perché il 21 c'è il trofeo Bortolotti contro l'Hertha Berlino.

LA RABBIA CHE SI TRASFORMA IN PASSIONE - Nel momento in cui si è saputa la notizia della definitiva sentenza, tra i tifosi nerazzurri è scoppiata una sorta di rabbia che, tramite social network, è stata messa in evidenza. Il motivo è abbastanza chiaro: riguarda la modalità con cui è stata svolta la vicenda dalla Uefa, rimandando la sentenza definitiva senza dare un motivo, e quindi permettendo al MIlan di salvarsi in corner. L'amaro in bocca è anche si sente anche in società, tanto che il direttore generale nerazzurro Roberto Spagnolo ha pubblicato su Instagram un post nel quale vi era scritto "Fair-play finanziario, una pagliacciata". Poi ad un certo punto la rabbia si è trasformata in fame. Fame di dimostrare, indipendentemente se si è nei preliminari o nei gironi, che la Dea è pronta ad affrontare qualsiasi tipo di sfida. Quasi come dire " Ok, siamo incavolati neri per quello che è successo, ma siamo l'Atalanta: dobbiamo pensare solo a noi e non piangiamo sul latte versato. Invadiamo Sarajevo e Reggio Emilia per trascinare i nostri ragazzi alla vittoria". Ed è proprio questa la mentalità che in questo momento deve avere il tifoso atalantino: cioè quella di non piangere sul latte versato, ma bensì essere pronti a trascinare i nerazzurri verso la vittoria.

DOMANI APPUNTAMENTO TRADIZIONALE COL BORTOLOTTI - Come citato prima, domani si svolgerà l'edizione numero 26 del trofeo Bortolotti: trofeo estivo per il ricordo di Achille e Cesare Bortolotti. Occasione non solo di commemorare due grandi presidenti che hanno fatto la storia della società nerazzurra, ma anche di testare la nuova squadra pronta per fare i preliminari, ovviamente con il sostegno del suo pubblico che, come ricordava Mondonico"Il tifoso dell'Atalanta non cambia mai: affronta le avversità, i momenti difficili sempre allo stesso modo, senza arrendersi mai".

Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.