“Provaci ancora Andrea”: l’Atalanta ha bisogno dei tuoi gol

Andrea Petagna ha trovato il suo quarto gol stagionale, il secondo in quattro partite: per vincere serviranno anche i suoi gol.

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(119 articoli pubblicati)
Il saluto di Andrea Petagna a fine parti

Quarto gol stagionale, il secondo nelle ultime quattro partite: media gol di 0,5 a partita. Andrea Petagna sembra dare segni di continuità per quanto riguarda il senso del gol. Gol che è sempre stato il suo tallone d’Achille da quando è arrivato a Bergamo, nonostante sia un’attaccante prolifico durante le azioni offensive della squadra: lotta, allarga gli spazi, e soprattutto fa salire la squadra. Questo tallone d’Achille che molte volte lo ha penalizzato in qualità di centroavanti. Ruolo che da quattro anni sembra maledetto per chi arrivi a Bergamo: l’ultimo centroavanti ad arrivare in doppia cifra fu German Denis nella stagione 2013/2014 (con 12 gol stagionali). Ecco i punti dove Petagna dovrà migliorarsi per diventare un centroavanti completo, ma soprattutto fondamentale per il ritorno in Europa League dell'Atalanta.

FATTORE CONTINUITA'.  Per confermarsi ottimo centroavanti bisogna contare su un elemento fondamentale: la continuità nel sfruttare tutte le occasioni che ti danno i tuoi compagni di squadra. Già, perché contro l’Udinese, soprattutto nel primo tempo, tenendo presente che il ragazzo gioca per la squadra e non il contrario (di conseguenza il numero delle occasioni per un centroavanti diminuisce), ha buttato al vento tre palle gol che, se sfruttate bene, potevano regalare al numero 29 atalantino più di una gioia: al 17’, trovandosi nel cuore dell’area di rigore avversaria, non riesce ad uncinare il pallone su un cross perfetto di Gomez, poi al 29’ si trova a tu per tu con Bizzarri, ma calcia debolmente sul portiere (errore da non ripetere: può risultare fatale), ed infine al 77’ si dimostra macchinoso nel momento del tiro. Aldilà del gol fatto, che è da tener conto vista la sua prestazione in campo, sarà fondamentale migliorare ancora sotto porta, cercando di fare qualche gol in più, anche perché Andrea i gol li sa fare, ma fare un gol in più garantisce tranquillità alla squadra, specialmente se sei un centroavanti con quelle caratteristiche. Per esempio ci sono state delle partite dove il ragazzo non è riuscito a sfruttare al meglio qualche palla gol decisiva: in particolare contro la Spal dove non è riuscito a sfruttare un colpo di testa da buona posizione che poteva chiudere la partita per 2-0, invece che portare a casa un 1-1 sudato. Come riportato prima nell’introduzione, il ragazzo ultimamente sembra aver preso più confidenza sotto-porta: media di 0,5 gol a partita, praticamente un gol ogni due partite.

POTENZIALITA' DETERMINANTI. Ovviamente un centroavanti completo non deve fare affidamento solo con il gol, ma anche quello di aiutare i suoi compagni a fare gol con gli assist: caratteristiche che s’incarnano in Andrea Petagna. Il ragazzo si è guadagnato la fiducia di Gasperini e del tifo nerazzurro con la sua forza di volontà nel cercare sempre di aiutare i suoi compagni in fase d’attacco: apre gli spazi, fa salire la squadra durante le azioni offensive, ma soprattutto fa assist. Il ragazzo infatti è autore non solo di quattro gol stagionali, ma anche di tre assist. Assist che sono stati il pezzo forte l’anno scorso (ne ha fatti più otto), e sarà anche fondamentale sfruttare quest’arma per aiutare i suoi compagni ad andare in gol. Altro pane per i denti del ragazzo è il fattore fisicità: Andrea possiede un ottimo fisico per il colpo di testa (i suoi ultimi due gol sono arrivati di testa), straordinario per una squadra come l’Atalanta che fa affidamento sui cross dei suoi esterni. Sui calci d’angolo Andrea è sempre un pericolo per gli avversari, e se di migliorerà anche sotto questo aspetto sarà un altro punto a favore dell’attaccante.

La partita contro l’Udinese può diventare un buon punto di partenza per Andrea Petagna. Partita che ha fotografato sia i suoi punti di forza, ma anche i suoi punti dove è necessario migliorare. Miglioramento che sembra prendendo forma partita per partita, rendendo il numero 29 atalantino un centroavanti completo.

Esultanza di Petagna e Gomez al gol segn
Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.