Pressing, gioco ma troppi gol sbagliati per vincere: è 2-2 per la Dea col Sarajevo

Come farsi male con le proprie mani. L'Atalanta si fa rimontare per 2-0 dal Sarajevo. Mancini e Toloi segnano, ma troppe occasioni sprecate

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(118 articoli pubblicati)
gol

Come farsi male con le proprie mani. Questa è in estrema sintesi quella che è stata Atalanta-Sarajevo. Una partita dove i nerazzurri hanno attaccato, dominato e creato tante palle gol, ma si fanno rimontare dal 2-0 targato Mancini-Toloi. Pareggio che mette in evidenza soprattutto i buchi da colmare: in particolar modo la difesa e le palle gol non sfruttate. Certo c'è il ritorno, ma sarà necessario correre ai ripari.

PRIMO TEMPO DA DEA - Pronti via e l'Atalanta comincia a partire all'attacco: sfruttando le fasce laterali con Gosens e Hateboer, costruendo gioco a centrocampo e in attacco con Gomez e Barrow. La prima vera spunta della Dea arriva al 7', ma è al 10' che i nerazzurri trovano il vantaggio: sventagliata da destra di Gomez, sponda di Masiello in area e tap-in vincente di Toloi in area piccola, 1-0 Atalanta! Nonostante il vantaggio i padroni di casa continuano ad attaccare, dimostrando anche una buona solidità difensiva con il trio Masiello-Mancini-Toloi. Al 23' si fa vedere Musa Barrow che punta Dupovac e prova a sorprendere Pavlovic da fuori area, ma la mira non è delle migliori.. Sette minuti dopo finalmente si vede il Papu: azione di Barrow da fuori area che serve Toloi che di prima serve Gomez che si trova a tu per tu con il portiere, ma il numero 10 atalantino non riesce a trovare la porta: calcio d'angolo. Lo stesso Gomez che al 31' dalla sinistra serve De Roon che tenta un tiro insidioso. Quattro minuti dopo è l'argentino ad andare alla conclusione: Pessina lancia Barrow, che tiene alta la palla e appoggia al capitano, ma non inquadra lo specchio per poco.37': slalom gigante di Barrow dalla destra in area che tira una conclusione: palla alta, ma non di molto. La voglia di confermarsi protagonista da parte di Gomez è tanta, e sei minuti dopo ha una ghiotta occasione per il 2-0: contropiede nerazzurro con Pessina che lancia Papu sulla sinistra, arriva in area, ma tira addosso a Pavlovic. Ma il gol arriva nei minuti di recupero: punizione dalla destra battuta da Gomez, cross a cercare Toloi che serve Mancini che da posizione ravvicinata batte Pavlovic mettendo la palla nell'angolino in basso a sinistra. 2-0 Atalanta!

RIMONTA INASPETTATA - Nel secondo tempo la Dea continua a pressare. Gli ospiti d'altro canto si affidano al contropiede, ma senza pungere in maniera pericolosa. All' 8' entra Duvan Zapata al posto di D'Alessandro: un'ala per un centravanti. Ma è ancora Barrow a sfiorare il terzo gol: Masiello apre a sinistra per Gosens e il tedesco scodella una palla d’oro per il talento nerazzurro che prova la volée in area, ma sbaglia completamente la coordinazione per il possibile 3-0. Al 56' si fa vedere il colombiano con un destro parato da Pavlovic, ma è due minuti dopo che i bergamaschi si fanno pericolosi: Gosens tenta un sinistro da centro area che viene parato dall'estremo difensore del Sarajevo. Al 59' prima sostituzione da parte degli ospiti: dentro Handzic, fuori Ahmetovic. Ed è proprio Handzic a trovare il gol al primo tiro in porta: cross di Adukor e colpo di testa di Handzic. 2-1 e partita riaperta. Ma è poco dopo che arriva l'inaspettato pareggio: mischia in area di rigore e Sisic con un destro trafigge Berisha. 2-2. Al 74' dentro Palomino fuori Mancini. Nonostante lo svantaggio i nerazzurri continuano ad attaccare, ma senza trovare la rete. All'82' entra anche Tumminello al posto di Gosens; mentre nel Sarajevo entrano Tatar e Stanojevic. Dopo sette minuti di recupero l'arbitro dice che può bastare. Atalanta-Sarajevo 2-2. Nerazzurri con l'amaro in bocca.

ATALANTA (3-4-3): Berisha; Toloi, Mancini, Masiello; Hateboer, Pessina, de Roon, Gosens; D’Alessandro, Barrow, Gomez. A disposizione: Gollini, Valzania, Palomino, Reca, Tumminello, Castagne, Zapata. All. Gasperini.

SARAJEVO (4-2-3-1): Pavlovic; Hebibovic, Dupovac, Mujakic, Pidro; Adukor, Rahmanovic; Sisic, Velkoski, Halilovic; Ahmetovic. A disposizione: Kovacevic, Stanojevic, Sofranac, Mustafic, Kurdic, H. Handzic, Tatar. All. Musemic.

Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.