Per l’Atalanta un buon calendario ma da non sottovalutare

I vantaggi e gli svantaggi del prossimo calendario di Serie A Tim 2018-2019 per quanto riguarda l'Atalanta: calendario buono, ma non da sottovalutare.

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(118 articoli pubblicati)
Dea

Il 26 luglio, giorno che hanno visto i nerazzurri impegnati in Europa League contro il Sarajevo, è stato anche sorteggiato il nuovo calendario di Serie A Tim per la stagione 2018-2019. Un calendario che per come è stato strutturato, permette all'Atalanta una linea più tranquilla. Domenica 19 agosto, prima giornata di Campionato di Serie A, la Dea incontrerà in casa il Frosinone alle 20.30. La prima trasferta è contro la Roma. Per la terza giornata arriva a Bergamo il Cagliari. E poi: Spal-Atalanta e Milan-Atalanta per la quinta giornata. A seguire: Atalanta-Torino, Fiorentina-Atalanta; Atalanta-Sampdoria; Atalanta-Samp, Chievo-Atalanta e Atalanta Parma alla decima giornata. Ancora: Bologna-Atalanta e Atalanta-Inter per la dodicesima giornata, Empoli-Atalanta; Atalanta-Napoli, Udinese Atalanta e Atalanta-Lazio. Alla diciassettesima giornata Genoa-Atalanta e il 26 dicembre Atalanta-Juve. Ultima di andata in trasferta contro il Sassuolo. Andiamo a vedere quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa Serie A per quanto riguarda i nerazzurri.

FATTORE CASA - Dire che gli orobici sono difficili da affrontare a Bergamo non è certamente una novità: negli scorsi campionati l'Atalanta si è costruita la propria salvezza, e dal suo ritorno in Europa hanno sofferto ancora di più le big. Con un calendario strutturato in questa maniera, i Gasp Boys nel girone d'andata affronteranno in casa: Frosinone, Cagliari, Torino, Sampdoria, Parma, Inter, Napoli, Lazio e Juventus. Ciò permetterà ai nerazzurri di affrontare all'inizio squadre medio basse per poi proseguire con due scontri diretti per l'Europa: contro i granata e contro i blucerchiati. Dopo il Parma arrivano squadre di primissima fascia e il rischio è quello di sprecare troppe energie (contando anche la possibile presenza in Europa League), in particolar modo contro i laziali e i Campioni d'Italia. Ciò non vuol dire che l'Atalanta è spacciata al 100%, anzi, affronta sempre a viso aperto l'avversario, ma se nel caso si riuscisse a conquistare poco e niente, sarà necessario sfruttare le prime giornate per fare punti, così, in caso di caduta, si avrà una sorta di paracadute per rimanere incollati al trenino europeo. Per quanto riguarda il girone di ritorno invece la musica cambia in minima parte: Roma, Spal, Milan, Fiorentina, Chievo, Bologna, Empoli, Genoa e Sassuolo. Altri due scontri diretti arrivano con i rossoneri e con  viola, e verso la fine verranno a Bergamo squadre più alla portata, ma per niente sottovalutabili.

CONTINUITA' ANCHE FUORI CASA - L'anno scorso l'Atalanta faticò nel girone d'andata per quanto riguarda le partite in trasferte. Partite dove i nerazzurri hanno buttato all'aria punti tra sconfitte e pareggi anche contro squadre di bassa classifica, e ci sono volute quasi 15 giornate (Genoa-Atalanta 1-2) per trovare quella continuità anche fuori da Bergamo. Se si vuole ritornare in Europa si dovrà continuare con l'andamento del girone di ritorno: dimostrando gioco, gol e risultati; in particolar modo se si pensa che nel finale di stagione 2018-2019 i nerazzurri affronteranno in trasferta Inter, Napoli, Lazio e Juventus.

UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO SE MAL SFRUTTATA - Avere a disposizione un calendario che ti permette di affrontare le big verso le ultime giornate può diventare un'arma a doppio taglio. Contando che i giocatori atalantini si trovano in una condizione fisica non al top, sarà fondamentale fare punti le prime giornate o quanto meno per assicurarsi un posto in Europa, perché in caso contrario si potrà assistere a tutt'altro, e non si parla di Europa mancata, ma di rischio di retrocedere: affrontare le big, in trasferta, le ultime giornate, con l'acqua alla gola non è il massimo. Certo, diamo tempo al tempo, ma l'Atalanta non dovrà sottovalutare questo campionato: come ha sempre fatto.

Fonte: l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.