“Mi ricordo di Atalanta-Malines”: le emozioni raccontate dai tifosi

A distanza di trent'anni da quella semifinale di Coppa delle Coppe, il ricordo è ancora vivo: ecco le emozioni e i ricordi dei tifosi nerazzurri.

di Filippo davide Di santo
Filippo davide Di santo
(119 articoli pubblicati)
Atalanta-Malines

20 aprile 2018. Detta così sembra una data come le altre, ma per l'Atalanta e per il popolo nerazzurro è una data storica. Perché? Perché trent'anni fa, l'Atalanta di Mondonico, aveva sfiorato la finale di Coppa delle Coppe contro il Malines (da contare che i nerazzurri erano in Serie B, ma nonostante ciò erano l'unica squadra a rappresentare l'Italia nelle coppe). Una partita che nonostante la sconfitta per 1-2, è rimasta nel cuore dei tifosi atalantini: suscitando emozioni indimenticabili. Emozioni che i tifosi, tramite questo articolo, hanno voluto raccontare.

Geo Ruggero Longhi Zanardi: partita da cardiopalma in uno stadio con un tifo fantastico!

Luca Rossi: avevo 5 anni. Ahimè non ricordo proprio niente. Il mio “Malines” per ora resta Atalanta-Borussia, ma speriamo di poter continuare a sognare: magari con un esito diverso.

Alessandro Tonolini: chiesi permesso alla ITIS Paleocapa per arrivare in anticipo allo stadio. Il clima era surreale prima, durante e dopo la partita. Lo stadio era pieno,tutti in piedi a cantare: “solo noi, solo noi in Europa soltanto noi”. Un’ impresa storica che per un attimo ho sperato di ripeterla col Dortmund.

Alex Roncalli: Atalanta-Malines in realtà doveva "solo" essere il lasciapassare per una finale che avventatamente davamo per certa. Di ritorno dal Belgio era già partita nei nostri pensieri la macchina organizzativa per l'invasione di Strasburgo: sede della finale. Naturalmente nessuno snobbava il ritorno, ma eravamo talmente dentro quell'avventura che era inimmaginabile interrompere il sogno sul più bello. Invece due sassate maligne ci riportarono alla realtà. Una realtà amara, ma anche dolce dove lo sconforto per l'eliminazione si mescolava ai brividi di quel potente "ragazzi, grazie lo stesso" cantato da tutto lo stadio.

Giuseppe Donda: presi un permesso speciale perché ero via militare, ma fu una serata di grandi emozioni, e nonostante il risultato finale è sempre rimasta nel cuore.

Igor Piazzini: avevo 14 anni, andai allo stadio alle 16,30 per poter trovare posto sui paletti in cima alla curva, altrimenti sarebbe stato impossibile poter vedere la partita! Ricordo la bolgia, il tifo e l'atmosfera incredibile che si respirava, e mi sono rimaste impresse le vibrazioni della curva quando saltavamo, credo ci fossero 7/8 mila persone nella Curva Nord! A fine primo tempo invece della solita calma cantavano e urlavano tutti facendo già progetti per la finale di Strasburgo. Tornammo con i piedi per terra al loro secondo gol ma ricordo che nonostante la delusione e le lacrime agli occhi di tutti, venne intonato un coro per ogni singolo giocatore in campo. Da quella sera non ho più visto così tanta gente piangere a fine partita.

Carlo Manenti: io c'ero. Stadio stracolmo prima della partita: grande emozione.

Leonardo Mazzoleni Bonaldi: allo stadio ai piedi della Curva Nord: completamente in lacrime.

Marcos Corti: una curva nord stra-piena. Un ricordo indelebile: peccato non essere andati in finale.

Bonfanti Franco: come puoi dimenticare una serata del genere, dovetti andare in curva sud, ma c’era un tifo pazzesco. Fu veramente una Bergamo nerazzurra: da riviverla per capirla.

Mauro Cassina: io mi ricordo un particolare in casa loro: lo scambio di sciarpe.

Ruggero Salvi: a fine partita ero in lacrime. Una partita che non verrà mai dimenticata.

Ben Marchi: emozioni inspiegabili all'ingresso dello stadio, agitazione durante tutta la partita, delusione per l'eliminazione, ma gioia immensa di essere parte del tifo atalantino.

Giacomo Cassina: ricordo indimenticabile assieme al mio club Sbandati girato per mezza Europa col grido “Solo noi, solo noi, in Europa soltanto noi”.

La fonte dell'articolo è l'autore Filippo davide Di santo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.