Luis Muriel trasforma in gol quello che tocca, guai a toglierlo ancora

Crotone resta sempre una tappa fondamentale nella storia recente della Dea, questa volta insegna   che il  goleador colombiano  deve essere titolare e basta

di Luca Sala
Luca Sala
(227 articoli pubblicati)
Udinese Calcio v Atalanta BC - Serie A

Giampiero Gasperini è un allenatore immenso, su questo siamo giustamente tutti d'accordo, ma se proprio volessi trovare un limite parlerei di un eccesso di sicumera in certi suoi atteggiamenti e decisioni nel merito della formazione titolare.

La sua vera dote naturale resta aver plasmato giocatori normali all'idea del suo calcio d'attacco in ogni ruolo esso si svolga, trasformandoli in autentici supereroi.

Tutti ricordano chi lo trasse fuori dai guai per il rotto della cuffia nel match decisivo in casa contro il Napoli, ossia Andrea Petagna col suo gol decisivo, così come i giovani rampanti in difesa Mattia Caldara e  Roberto Gagliardini a centrocampo fornirono la loro energia per condurre in porto l'impresa atalantina che pur con altri interpreti non accenna a diminuire.

Anche il lecchese volante Andrea Conti sulla fascia destra e turbo Leonardo Spinazzola su quella opposta diventarono due terzini mostruosi buoni per la Nazionale, frenati ahinoi da alterna fortuna una volta accasatisi altrove come tanti altri di loro puntualmente venduti a peso d'oro dai Percassi, mai così ricchi e fortunati.

Quella resta la Dea made in Italy, successivamente trasformatasi nella vera e propria multinazionale dei giorni nostri che schiera un solo giocatore nostrano, di solito in porta, roba da cambiare denominazione sociale, da Atalanta Bergamasca Calcio opterei piuttosto per Atalanta Legione Straniera.

E' del tutto evidente e inattaccabile il feeling del tecnico di Grugliasco con i giocatori stranieri, specialmente  europei ai quali chiede sudore & lavoro, compreso il figlioccio albiceleste Papu Gomez non a caso eletto capitano solo dopo aver arretrato il suo raggio d'azione sacrificandosi per la squadra.

Il vero e innegabile trattamento di riguardo lo riserva a sua maestà Ilicic, tecnicamente parlando il vero superdotato di Zingonia che però costringendo al part-time uno del calibro di Luis Muriel vede il testardo mister realizzare un'autentica castroneria di autolesionismo.

Se lo stucchevole giochino  di mettere il fenomeno colombiano col 9 sulle spalle esclusivamente nel finale delle partite ha divertito tutti i milioni di facili adulatori del Gasp l'anno scorso, il pirotecnico inizio di questa stagione con lo sloveno caduto in depressione post-covid 19 ha finalmente svelato la brutale forza realizzativa del premiato duo Colombia con Zapata in coppia stabile col fuoriclasse compagno di nazionale, a riprova di questo il pareggio con l'Ajax che sarebbe stata una vittoria se li avessimo visti dall'inizio anziché separati dal redivivo Josip l'illusionista.

Mi fanno sorridere le dichiarazioni di Antonio Percassi sulla crescita, paragonata all'Università,che compirebbe la società affrontando squadroni in serie così come siglando accordi commerciali milionari con partner di ogni sorta, io penso invece che l'unica crescita che ancora manchi a tutto il suo pur valido entourage resti quella dell'ambizione ai massimi livelli che mai come ora bisognerebbe mettere in pratica. 

Per il definitivo salto di qualità a cominciare dall'allenatore manca giusto un tassello, ma  il più importante di tutti: vincere un trofeo deve diventare la vera ossessione di tutto l'ambiente, solo cosi l'amata reginetta delle provinciali cesserebbe una volta per tutte di correre a vuoto fermandosi ad alzare una coppa o a cucirsi il tricolore tra le righe neroazzurre.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.