L’Atalanta si gode Andreas Cornelius: l’uomo dai gol pesanti!

Sei reti all'attivo con la maglia nerazzurra e tutte di una certa importanza. Il danese ora non è più una semplice alternativa per Gasperini

di Riccardo Anelli
Riccardo Anelli
(62 articoli pubblicati)
Cornelius

Atalanta, momento d’oro per Andreas Cornelius

In casa Atalanta il sentimento principale che raffiora tra i tifosi è l’euforia. Ovviamente per le vittorie esterne ottenute con Napoli e Roma, che hanno certificato ancora una volta il valore della squadra di Gasperini. Non più una sorpresa, ma una realtà consolidata che a questo punto non vuole più porsi limiti. Anche perché più passa il tempo e più certi giocatori, sulla carta semplici alternative, crescono in maniera esponenziale. Tra questi c’è senza ombra di dubbio Andreas Cornelius, grande protagonista delle ultime due partite disputate dagli orobici. Una prestazione di grande sostanza e sacrificio al San Paolo, dopodiché un mancino chirurgico che ha illuminato la serata dell’Olimpico, spianando la strada al successo bergamasco sui giallorossi. Un momento d’oro per l’attaccante ex Copenaghen, che il tecnico di Grugliasco non potrà fare a meno di tenere in considerazione.

Numeri da top player e gol pesanti

Acquistato ufficialmente in data 1/7/2017 per la modica cifra di 3 milioni di euro, Cornelius è approdato alla corte del Gasp dopo cinque anni in Danimarca ed uno in Premier League. Il nostro campionato quindi era per lui ancora tutto da scoprire. Altri ritmi, altro ambiente e soprattutto un livello di competitività decisamente più alto. L’Atalanta però non si è fatta intimorire dalle possibili difficoltà che il danese avrebbe potuto incontrare. Ed ora si gode un vero centroavanti, che non sarà più etichettato come il “rincalzo di Petagna”, ma una vera e propria risorsa su cui puntare.

D’altronde i numeri sono da top player. Tre reti in Serie A, due in Europa League ed una in Tim Cup fanno sei gol all’attivo, ma quella che fa impressione è la media realizzativa. Attualmente infatti, oltre ad essere l’unico giocatore della Dea ad aver segnato in tutte le competizioni, vanta la bellezza di 1 gol ogni 117 minuti. Mica male per essere il primo anno in Italia. E non è finita qui.

Se andiamo ad analizzare le partite in cui il numero 9 ha messo la sua firma infatti notiamo che tutte le realizzazioni hanno avuto una certa importanza. Gol del pareggio in casa con il Sassuolo (gara poi vinta 2-1), match-winner con il Bologna (1-0), doppietta con l’Everton nel giorno della qualificazione matematica ai sedicesimi e sinistro vincente in Coppa Italia, ancora con il Sassuolo. Infine l’ultima perla con la Roma, già citata precedentemente. Insomma, dopo sei mesi di Atalanta è emerso un dettaglio tutt’altro che trascurabile. Il vichingo infatti ha dimostrato di essere l’uomo dai gol pesanti!

Fonte: l'autore Riccardo Anelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.