The most improved player: Josip Ilicic

Da oggetto misterioso a punto cardine dell'Atalanta. L'incredibile ascesa di Ilicic sotto la cura Gasperini

di Giuseppe Lo porto
Giuseppe Lo porto
(29 articoli pubblicati)
Hellas Verona FC v Atalanta BC - Serie A

Giocatore discontinuo, umorale, che manca di determinazione. Queste erano le parole usate dall'ex tecnico viola, Paulo Sousa, per descrivere il fantasista sloveno la scorsa stagione. E' passato appena un anno, ma Ilicic sembra essersi messo finalmente alle spalle i dubbi e le incertezze che lo hanno accompagnato per un'intera carriera. Merito del trasferimento all'Atalanta di Giampiero Gasperini, che lo aveva già allenato a Palermo, e che è riuscito a metterlo nelle condizioni ideali per esprimere il suo enorme talento. Un passaggio in nerazzurro che Josip ha fortemente voluto, rifiutando una trattava che sembrava ormai conclusa con la Sampdoria. L'approdo in una squadra che veniva dalla migliore stagione della sua storia e che stava vendendo alcuni dei suoi pezzi pregiati. Una scelta senza dubbio rischiosa, ma che era pronto ad accettare.

Se la Serie A fosse l'NBA non ci sarebbero dubbi: Josip Ilicic vincerebbe il premio come giocatore più migliorato. La tripletta al Verona è solo l'ultima perla di una stagione che il numero 72 sta dominando, imponendosi come giocatore chiave dello scacchiere bergamasco. Scettro che è stato capace di togliere al capitano di questa "Dea", quel Papu Gomez che, invece, non si sta confermando ai livelli altissimi della passata stagione. Per lo sloveno parlano i numeri: 14 gol e 9 assist in 37 presenze tra campionato, Coppa Italia ed Europa League. Proprio in Europa Ilicic si è definitivamente consacrato. Due reti nella fase a gironi, entrambe nella doppia sfida con l'Apoel Limassol, ma soprattutto l'indimenticabile doppietta al Westfalenstadion di Dortmund nell'andata dei sedicesimi di finale contro il Borussia. Cinque minuti di autentico strapotere tecnico che legittimano non una stagione, ma un'intera carriera.

Purtroppo l'avventura europea dei bergamaschi si è conclusa sul destro di Schmelzer, a sette minuti dal triplice fischio, nella sfida di ritorno al Mapei di Reggio Emilia. Eliminazione che sembra aver dato ancora più voglia agli uomini di Gasperini di riprendersi quell'Europa che li ha sedotti e abbandonati sul più bello. Nelle ultime due trasferte contro Bologna e Hellas, escludendo il recupero di Torino, i nerazzurri hanno fatto bottino pieno con ben sei gol realizzati e zero subiti. Vittorie che portano inevitabilmente la firma di Ilicic capace e di realizzare l'assist decisivo, partendo dalla panchina, nello 0-1 del Dall'Ara e di siglare l'hat trick nella manita del Bentegodi. Grazie a questi successi l'Atalanta ha agganciato in classifica la Samp e ora punta a quel sesto posto, occupato dal Milan, ma che dista ancora sei lunghezze. Con un Ilicic così, però, la rincorsa all'Europa è più che mai aperta...

Fonte: l'autore Giuseppe Lo porto

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.