Gasperini-Atalanta: the show must go on

Trovata l'intesa tra l'allenatore ed il presidente Percassi per portare avanti il progetto culminato con la storica conquista di un posto in Champions League

di Stefano Cavallaro
Stefano Cavallaro
(136 articoli pubblicati)
Atalanta BC v US Sassuolo - Serie A

Avanti insieme! Era inevitabile ma ora è ufficiale. Gasperini sarà ancora il timoniere dell'Atalanta. L'eclettico mister ed il presidente della Dea hanno declinato le strategie per la prossima stagione sotto la parola d'ordine di mantenere intatta la rosa che ha raggiunto l'accesso al palcoscenico europeo più prestigioso. Verranno fatti innesti mirati per rinforzare ulteriormente la rosa, mentre, le stelle di questa stagione (Zapata ed Ilicic su tutti) partiranno solo dinanzi ad un'offerta monstre in modo da poter essere rimpiazzati degnamente. L'idea di fondo è quella di costruire un'Atalanta che possa competere al meglio sui tre fronti su cui sarà impegnata: Campionato, Champions League e Coppa Italia. Quali sono le basi da cui partirà l'evoluzione di questo progetto?

IMPIANTO DI GIOCO: nell'ormai classico 3-4-2-1 i giocatori si muovono a memoria e gli schemi sono collaudati. Ogni giocatore sà benissimo cosa fare e la manovra ha raggiunto elevati livelli di sincronia ed efficacia. L'Atalanta si muove come un tuttuno e le qualità dei singoli sono messe al servizio della squadra. Anche cambiando gli interpreti la musica non cambia. La flessibilità tattica e l'imprevedibilità sono i punti di forza della Dea. 

CONDIZIONE FISICA: Gasperini chiede a tutti i suoi giocatori di dare una mano in fase difensiva e di non possesso, anche i vari Ilicic e Gomez hanno imparato a sacrificarsi per il benessere collettivo. In maniera diametralmente opposta, in fase di spinta i giocatori orobici si buttano negli spazi e spesso vediamo le ali tagliare verso la porta o sovrapporsi sulle fasce. Da' l'idea di una squadra che corra tantissimo e che spesso arrivi prima degli altri sulla palla. La condizione fisica dei giocatori nerazzurri è sempre molto buona e fa la differenza sul medio-lungo periodo.

ESPLOSIONE GIOCATORI: ogni anno ne vengono valorizzati di nuovi. In questa stagione Zapata si è affermato come bomber implacabile e come perfetto finalizzatore del gioco prodotto dalla squadra (23 gol in campionato e 3 in Coppa Italia). Ilicic si è definitivamente consacrato ed ha trascorso l'annata più continua della propria carriera. Gomez, arretrando il proprio raggio d'azione dalla porta, si è riscoperto collante ed uomo assist fondamentale per concretizzare le azioni negli ultimi 15 metri. Hateboer, Castagne e Gosens si sono migliorati e si sono fatti sentire anche in zona gol con i loro inserimenti. De Roon e Freuler sono cresciuti e sono diventati i perni del centrocampo atalantino, essenziali per dare equilibrio alla squadra. In generale si ha la sensazione che nel sistema di gioco gasperiniano i giocatori ne escano rafforzati più che mai. E' emblematico vedere come giocatori sfornati dall'Atalanta nelle scorse stagioni siano calati alla distanza fuori da questo contesto tecnico-tattico (vedi Cristante, Kessie).

LANCIO DEI GIOVANI: il vivaio è un altro punto di forza dei bergamaschi. In ogni campionato vengono buttate nella mischia nuove leve e spesso alcuni di loro fanno stabilmente parte dell'undici titolare. La concezione e l'attuazione della parola d'ordine "il meglio ce l'abbiamo in casa" ha portato alla ribalta i vari Mancini, Djimsiti. Soprattutto il primo ha dimostrato di essere un affidabile marcatore in difesa ed un ottimo attaccante aggiunto sui calci da fermo, nel torneo nostrano ha collezionato 29 gettoni realizzando anche 5 gol. A chi toccherà il prossimo anno? E' difficile trovare una risposta adeguata ma Gasperini riesce a portare a termine questa impresa ogni anno. Le tre competizioni daranno molto spazio al turnover e siamo sicuri che troveranno spazio ed emergeranno nuovamente altri elementi della gioventù nerazzurra.

Sarà difficile riconfermarsi e ripetersi per la Dea ma la squadra si farà trovare pronta dinanzi alle prossime sfide che l'attendono. Che sia Italia o Europa non cambia, l'Atalanta non è più una sorpresa ma una splendida realtà...  

Atalanta BC v ACF Fiorentina - TIM Cup
Fonte: l'autore Stefano Cavallaro

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.