Dal vangelo secondo Gasp: vedi Napoli e poi vinci!

Una Dea superlativa torna a casa con la certezza di giocarsela fino in fondo sempre e comunque

di Luca Sala
Luca Sala
(130 articoli pubblicati)
Atalanta BC v ACF Fiorentina - Serie A

Senza essere tacciato di blasfemia specie in una città notoriamente cattolica come Bergamo ribadisco come esista un prima e un dopo Gasperini per l'Atalanta, la squadra  di calcio che da più di un secolo la rappresenta. Nessuno poteva lontanamente nemmeno sognare ciò che ormai e' una splendida abitudine ,la nuova dimensione nell'elite del calcio italiano consolidata da gioco e prestazioni maiuscole frutto di mentalità e organizzazione a tutti i livelli mai visti prima.

In una città di costruttori edili bisogna necessariamente fare affidamento su un'ottima e solidissima pietra miliare o d'angolo che dir si voglia, in questo caso rappresentata dai Percassi, esperti come pochi del settore. L'organizzazione societaria di Antonio e Luca Percassi rappresenta quanto di meglio per sostenere  una guida tecnica assolutamente illuminata e illuminante come quella che Giampiero Gasperini ha portato a queste latitudini come nessuno mai prima.

Ricordo come fosse oggi l'impressione che trassi dall'amichevole estiva in Austria contro il Borussia Dortmund durante il ritiro che precedeva la campagna europea riconquistata dopo 26 anni, in cui vidi giocare la squadra all'europea nel senso più alto del termine, veloce e con un gioco palla a terra che i critici tedeschi purtroppo per loro fraintesero definendolo esclusivamente difensivo.

Il buon seme era stato gettato e i frutti che avrebbe generato si sono visti tutti dall'Everton in poi e oggi che l'Europa  sta facendo capolino sotto forma di Champions League faccio mie le parole di Gasperini e del suo profeta  Josip Ilicic che siamo in corsa per tutto e tutti i traguardi possibili e immaginabili ma soprattutto meritatissimi. Se qualcuno avesse ancora dei dubbi ,la vittoria di ieri sera al San Paolo di Napoli li dovrebbe aver  spazzati via una volta per tutte e l'imminente pass per la finalissima di Coppa Italia le spetta di diritto,  senza offesa per gli amici viola. Un finale di stagione insomma da lustrarsi gli occhi che fa onore a chi  ha sempre sostenuto che ci  si meritasse una storia diversa dalla sola salvezza in campionato.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 3 mesi

    Puntale come la finale!

  2. SportsMan - 3 mesi

    Magnifico tributo alla squadra più bella del campionato italiano pronta al salto europeo.

  3. SportsMan - 3 mesi

    La Dea secondo Gasp e’ la piu’ bella favola calcistica che si possa raccontare a grandi e piccini, di questo passo puo’diventare storia.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.