Cristiano Ronaldo entra e salva una brutta Juventus a Bergamo.

Rimasti in dieci per l'espulsione di Bentancur, i bianconeri hanno sofferto una bella Atalanta e hanno rischiato la prima sconfitta stagionale

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(299 articoli pubblicati)
Juventus v SPAL - Serie A

Gasperini aveva detto che sarebbe stato bello avere in campo Ronaldo nel boxing day a Bergamo: il portoghese, come nelle previsioni, è partito dalla panchina per riposare  e la Juventus è sembrata smarritasi nel pressing dei nerazzurri bergamaschi. Poi, per accontentare il tecnico di Grugliasco, CR7 è emerso dalla panchina e con il suo primo goal di testa ha salvato i bianconeri dalla prima sconfitta stagionale in serie A.

Era dal 2013 che il campione di Madeira non segnava partendo dalla panchina (Real Madrid-Levante), una vita fa: ma è abbastanza normale che sia passato così tanto tempo! Chi è quel pazzo che rinuncia facilmente a un campione della sua portata?

La partita di   Bergamo era insidiosissima, e si sapeva: per il terzo anno di fila è terminata 2-2. Un campo  che ha espresso, quasi che fosse una regola, sempre lo stesso risultato finale. I numeri sono solo statistiche, ma capita spesso che non mentano e che rispondano a quello che accada in campo come un mantra.

Era cominciata benissimo per la squadra di Allegri: su cross di Alex  Sandro, lo sciagurato  e impronunciabile Djimsiti, ha realizzato dopo 80 secondi un clamoroso autogoal. Sembrato troppo facile il march per essere vero, la Juventus ha sfiorato subito lo 0-2 con una botta di  Bentancur che ha centrato la traversa con tocco decisivo di    Berisha, la squadra ospite ha piano piano subito il ritorno dei padroni di casa. E da facile tutto è divenuto drammaticamente ostico e  difficoltoso. 

La condizione di alcuni uomini, assolutamente precaria, ha condizionato la completa mancanza di palleggio dei bianconeri che hanno subito il pressing e le marcature a tutto campo degli uomini di Gasperini. Bonucci, in giornata no, si è fatto beffare dalla potenza fisica di  Duvan  Zapata ed è arrivato il pareggio. Nella ripresa la situazione è peggiorata quando  Bentancur, anche lui non al massimo, veniva espulso giustamente per doppia ammonizione da Banti. 

Con un uomo in meno, e con scelte discutibili di Allegri (la Juventus continua a non avere un gioco, e questo alla lunga sarà un problema), la partita  è girata verso una probabile sconfitta quando è arrivato il raddoppio di  Zapata in mischia su calcio d'angolo. E' stato il momento peggiore di questa stagione in serie A:  il tecnico livornese ha stupito tutti quando è uscito   Douglas Costa in luogo di Pjanic.  Tutti pensavano che sarebbe uscito Khedira, completamente fuori condizione e non  in grado di giocare. Il tedesco, a gara quasi compromessa, è  uscito poco dopo  ed è entrato Ronaldo.

CR7 ha dato una scossa subito: la Juventus ha buttato in campo quello che rimaneva e ha pareggiato con una provvidenziale capocciata del  pluri pallone d'oro: una risposta a chi ha incredibilmente criticato un giocatore che nelle difficoltà, in ogni squadra in cui ha giocato, ha trovato dal nulla spesso la giocata decisiva che ha fatto vincere trofei a chi ne ha avuto la fortuna di averlo in rosa.

Il pareggio non si è più schiodato, eccezion fatta per una rete di Bonucci annullata per fuorigioco a tempo scaduto (giustamente).

Note liete poche nei bianconeri, mentre l'Atalanta ha mostrato un grandissimo   Duvan Zapata in fiducia e sempre pericoloso e un collettivo orchestrato con bravura dall'ottimo Gasperini. Allegri invece dovrà chiudere con la Sampdoria un 2018 da record, ma soprattutto dovrà valorizzare e dare un gioco alla sua squadra.  Il tempo è tiranno, Dybala non può giocare a cinquanta metri dalla porta ed essere anche pericoloso. Alex Sandro e Bonucci sono stati i peggiori, mentre Emre Can, nella battaglia di   Bergamo, ha mostrato di essere pienamente recuperato e sarà molto utile per lo sprint finale di Febbraio. Ronaldo ha, infine, risposto da campione! Gasperini sarà contento:  il   dio del calcio si è alzato dalla panchina come voleva il tecnico di Grugliasco, è apparso sul prato verde e ha regalato un punto d'oro ai bianconeri.

Ma con Ronaldo è e sarà sempre un'altra storia!

Udinese v Atalanta BC - Serie A
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.