Barrow imprendibile, Ilicic torna in grande stile: Atalanta-Genoa 3-1

Prestazione convincente per l'Atalanta, che supera 3-1 il Genoa e mantiene così il 6' posto solitario. Europa vicina, ma occhio alle gare con Lazio e Milan

di Riccardo Anelli
Riccardo Anelli
(64 articoli pubblicati)
Atalanta BC v Genoa CFC - Serie A

Atalanta, l’analisi del giorno dopo

Terza vittoria consecutiva per l’Atalanta, che supera 3-1 il Genoa e mantiene così il 6′ posto solitario. Barrow va ancora in gol con uno scatto bruciante, Cristante raddoppia sfruttando alla perfezione un delizioso assist del Papu Gomez e Josip Ilicic torna dall’infortunio in grande stile, pennellando un mancino chirurgico. Bello anche il calcio di punizione di Miguel Veloso, che però serve solo a rendere meno amaro il passivo.

Insomma, un’altra prestazione convincente che conferma l’ottimo periodo di forma della Dea. Certo, la differenza, rispetto al Grifone, l’hanno fatta le maggiori motivazioni. L’impressione però è che la superiorità dei nerazzurri sia stata piuttosto netta. Dando uno sguardo alla classifica invece, a differenza del turno precedente le dirette concorrenti hanno fatto tutte bottino pieno. I distacchi infatti sono rimasti inalterati: +1 sul Milan e +3 su Sampdoria e Fiorentina.

Gli orobici quindi sono ancora padroni del proprio destino, consapevoli che per centrare l’Europa per il secondo anno consecutivo ci sarà ancora da lottare. Gian Piero Gasperini però può sorridere. Anche ieri infatti la squadra ha dato un’altra dimostrazione della propria forza. Bergamo ci crede, rivuole “l’impegno del giovedì sera“, perché questa Atalanta ormai ha alzato definitivamente l’asticella.

L’attacco gira a meraviglia, difesa e centrocampo tengono bene

Tutti sopra la sufficienza in casa nerazzurra e non potrebbe essere altrimenti dopo un successo così. Impressionante però l’incisività del reparto offensivo. Barrow, Cristante e Ilicic entrano nel tabellino dei marcatori con gol di diversa fattura, ma che strappano applausi a scena aperta. Gomez conferma di essere tornato su buoni livelli, ma anche stavolta si traveste da rifinitore.

Gli esterni Castagne e Gosens, sulla carta i due panchinari, ormai sono alternative validissime e anche stavolta hanno garantito una spinta costante. De Roon e Freuler hanno giocato l’ennesima gara di quantità e qualità, toccando un’inifinità di palloni. Infine la difesa, che tutto sommato ha rischiato poco o nulla.

Ora però occorre archiviare questo 3-1 e proiettarsi subito verso le prossime sfide, che saranno determinanti. Domenica in casa della Lazio senza lo squalificato Caldara, anche se ai biancocelesti mancherà Ciro Immobile. Dopodiché lo scontro diretto con il Milan, che sa tanto di spareggio europeo e chiusura in Sardegna con il Cagliari.

Fonte: l'autore Riccardo Anelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.