Atalanta piegata da un rigore e fermata da un palo: Juve in finale di Coppa Italia

Niente impresa per la Dea, che però esce a testa alta. Rammarico per il palo di Gomez, che avrebbe rimesso in discussione il passaggio del turno

di Riccardo Anelli
Riccardo Anelli
(64 articoli pubblicati)
Juventus-Atalanta-Coppa Italia

Atalanta, l’analisi del giorno dopo

Si ferma in semifinale il cammino dell’Atalanta in Coppa Italia. Niente da fare con la Juventus, che vince nuovamente 1-0 e conquista così la quarta finale consecutiva. La Dea però esce a testa alta, consapevole di essersela giocata alla pari con i Campioni d’Italia. In questa sfida di ritorno infatti si è visto sin dalle prime battute un atteggiamento molto propositivo. Sintomo di una grande personalità, perché non è da tutti giocare in quel modo sul campo della Juve. Forse però è mancata un pizzico di concretezza. L’ottimo giro palla degli orobici infatti faticava a tradursi in un’occasione da gol.

Non dimentichiamo però il grande rammarico, che anche stavolta ha visto protagonista (ahime in negativo) Alejandro Gomez. Errore scellerato di Benatia, pallonetto del Papu su Buffon (uscito fino a trequarti campo) e pallone che rotola per attimi interminabili. Alla fine però termina beffardamente sul palo per la disperazione dei bergamaschi. Sospiro di sollievo invece per i bianconeri. Passato lo spavento, gli uomini di Allegri riprendono a macinare gioco ed al minuto 75 usufruiscono di un rigore molto generoso, trasformato da Pjanic. Il gol taglia le gambe alla squadra di Gasperini, che alla fine deve cedere alla Vecchia Signora, mai sazia di vittorie.

Ora rimane solo il campionato

Giovedì scorso il Borussia Dortmund, ieri invece la Juventus. Due partite che hanno deciso il percorso dell’Atalanta, eliminata dall’Europa League e successivamente dalla Tim Cup. Sotto l’aspetto psicologico quindi potremmo definirla una settimana da incubo.

La Dea però ha il dovere di rialzarsi, perché fra tre giorni torna il campionato. L’attuale 8′ posto in classifica infatti autorizza a credere ad un nuovo piazzamento europeo. Milan e Sampdoria distano solamente sei punti (44 contro 38), anche se la corsa probabilmente sarà sui blucerchiati. E proprio domenica pomeriggio all’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo ci sarà lo scontro diretto tra i ragazzi di Gasperini e quelli di Giampaolo. Una vittoria nerazzurra alimenterebbe ulteriormente le speranze di settimo posto. In caso contrario invece la strada si farebbe più in salita.

Fonte: l'autore Riccardo Anelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.