Atalanta-Genoa: la partita dagli spalti dell’Atleti Azzurri d’Italia

Atalanta straripante con Barrow, Cristante e Ilicic: finisce 3-1 a Bergamo

di Elena Maida
Elena Maida
(107 articoli pubblicati)
Atalanta-Genoa

Partita che vale l'Europa per l'Atalanta. O si vince o si vince. Poco da fare. Fiorentina, Milan e Sampdoria sono sempre lì. 

Gasperini che dispone in porta Berisha; difesa a tre con Toloi, Caldara e Masiello; centrocampo con Castagne, De Roon, Freuler e Gosens; Cristante dietro Barrow e Gomez. Ballardini schiera Perin in porta; difesa composta da Zukanovic, Rossettini e Biraschi; centrocampo con Migliore, Bessa, Bertolacci, Hiljemark e Lazovic; attacco con Lapadula e Medeiros. 

Inizia la partita in un clima di grandissimo entusiasmo, tifosi carichi e il pomeriggio si apre con due splendide coreografie nelle due curve. Atalanta subito aggressiva e ritmi molto alti. Fin da subito il Genoa cerca di difendersi, tanto che Rossettini, al 6', prenderà un cartellino giallo. Pieno controllo di gioco della squadra di casa. Al 16', Musa Barrow la sblocca: Perin battuto con ottimo tiro in diagonale. Barrow particolarmente scatenato in questa prima frazione di gioco. Arriva anche il gol del raddoppio della Dea. Questa volta ci pensa Cristante.  Atalanta assolutamente incontenibile per il Genoa; il primo tempo è assolutamente a senso unico. Perin, al 45', salva la sua porta del possibile 3-0. Squadre negli spogliatoi, senza recupero. 

Secondo tempo. Ballardini cerca di cambiare le carte in tavola per poter accorciare le distanze. Dentro Pandev e Veloso e fuori Migliore e Bessa. Genoa più offensivo che gli permette di costruire più azioni di gioco. Il Genoa effettua anche l'ultimo cambio: dentro Rossi e fuori Medeiros. Anche Gasperini effettua il primo cambio: Hateboer al posto di Castagne. Buoni i primi minuti del Genoa che cerca di creare più occasioni, ma senza trovare la porta. Altro cambio per la formazione di casa: esce Barrow, salutato con un caloroso applauso dal pubblico di casa, ed entra Ilicic. Al 18' arriva un'occasione per il Genoa: Lapadula s'inserisce sulla sinista, ma il pallone viene intercettato da Toloi. Ilicic cerca il terzo gol, ma Perin manda la palla in angolo. Al 29', Ilicic segna il terzo gol: gran tiro di sinistro. Papu Gomez che al 34' prova a fare il quarto gol, ma Perin non si fa superare. Arriva anche il gol dei Grifoni al 36': gol di punizione per Veloso. Gasperini effettua la sua ultima sostituzione: fuori Cristante, poco attivo in questa seconda parte di gioco, e dentro Palomino per l'attacco finale. Al 44', Fabbri assegna un calcio di rigore al Genoa, ma gli assistenti al Var fanno cenno all'arbitro di ricontrollare l'azione. Dopo il controllo al monitor, viene cambiata la decisione iniziale e il rigore non viene convalidato. La partita si conclude dopo tre minuti di recupero. 3-1 per l'Atalanta che vede l'Europa sempre più vicina. 

In conclusione, voglio ringraziare Gazzetta Fan News per avermi dato ancora la possibilità di avermi fatto assistere a un'altra partita di campionato, così come è successo con Fiorentina e Udinese.

Fonte: l'autore Elena Maida

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.