Addio mitica curva Nord, è stato bello stare sui tuoi gradoni

Via alla demolizione del settore piu' caldo dell'Atalanta, ci vediamo presto un quella nuova!

di Luca Sala
Luca Sala
(130 articoli pubblicati)
Atalanta BC v ACF Fiorentina - TIM Cup

Antonio Percassi, il presidentissimo dei miracoli in casa Atalanta,  ha indossato caschetto e scarpe antinfortunistiche e salito a bordo della super ruspa griffata con tanto di  logo della Dea in bella vista, ha pigiato il bottone azionando la vorace pinza che ha masticato il primo pezzo di curva Pisani. Lo stadio porta la data di nascita del 1928 e sinceramente dimostra tutti i suoi anni, quindi era ora che si desse un tocco di nuovo alla faccia della giusta nostalgia dei tifosi.

Penso di esserci entrato accompagnato da mio papa' Romano super atalantino da sempre , quando avevo poco più di 10 anni e da subito mi accorsi di chi comandava allo stadio, mi riferisco ovviamente alle Brigate Nerazzurre con i suoi capi storici di allora come il mitico Baffo o più tardi al subentro del gruppo antagonista dei Wikld Kaos con Gigi il Rosso a presidiare e lanciare i cori rivolti rigorosamente con la schiena al campo di gioco.

La stagione del mio  primissimo abbonamento  in  Nord non la potrò mai dimenticare, era il campionato 1984/85 del gran ritorno nella massima serie firmato Nedo Sonetti ,inventore del calcio tutto pressing e orgoglio che lancio' il più grande atalantino di sempre, Roberto Donadoni da Cisano Bergamasco.

Dire ad un Millennial tifoso della Dea che la prima giornata quando ospitammo l'Inter  eravamo in 41 mila sugli spalti dell'allora Brumana rende assolutamente l'idea più di tutto il resto, un vero record che certamente non verrà più superato.

Una vera muraglia umana di passione assoluta temuta e rispettata ovunque , quando si dice il famoso dodicesimo giocatore si pensa a questo tipo di spinta, considerando soprattutto che la ultra centenaria storia atalantina ci ha riservato pagine importanti tanto da diventare reginetta delle provinciali, ma anche periodi difficili e cocenti delusioni. La serie C negli anni 80 per una stagione solamente, e altalene in serie B come marchio di fabbrica non hanno mai spento la fiamma che arde sotto la Maresana pronta semmai ad alimentarsi di nuovo nel futuro Gewiss Stadium che verrà.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 2 mesi

    La demolizione è completa,la rinascita garantita

  2. SportsMan - 3 mesi

    Al Comunale la fede imbattibile dei supporters da tramandare e ritrovare sempre più forte nel nuovo impianto.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.