Sergio Ramos: oltre al danno anche una giusta beffa

Il clamoroso tonfo del Real Madrid al Bernabeu si lega alla beffa del suo capitano

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(106 articoli pubblicati)
FC Barcelona v Real Madrid CF - La Liga

Nella storica disfatta degli ormai ex campioni d'Europa contro l'Ajax in Champions League lui non c'era. Lui, è Sergio Ramos, pluridecorato capitano e bandiera del Real Madrid. A dire vero il difensore spagnolo era presente, ma non in campo a guidare, come di consueto, i suoi compagni, ma bensì comodamente seduto in tribuna, dove si è potuto gustare lo storico poker che i lancieri ha rifilato ai blancos.

Un'assenza che si è rivelata  una vera e propria beffa, per il difensore spagnolo, auto-eliminatosi dalla contesa per aver rimediato una volontaria ammonizione nella partita d'andata, dando per scontato l'esito favorevole della doppia sfida con i lancieri, ed arrivare così "pulito", a giocarsi la parte finale della competizione, come lo stesso Ramos ammise nel dopo-gara. Un gesto che la Uefa giustamente ha stigmatizzato e sanzionato, aggiungendo una giornata di squalifica a quella che naturalmente il difensore spagnolo avrebbe maturato, impedendogli di fatto di poter giocare anche l'andata del quarto di finale, qualora il Real si fosse qualificato ieri sera.

Una pratica diffusa, quella di farsi ammonire volontariamente per saltare partite "facili" e non rischiare di dover marcare visita nelle gare che valgono una stagione. Ma stavolta questo gesto si è rivelato un vero e proprio autogol, vista la lezione impartita a domicilio dai lancieri. Una giusta beffa per aver sottovalutato gli avversari. Un'errore clamoroso per un campione della sua caratura. Certo nessuno poteva immaginare che i blancos sarebbero andati incontro ad una disfatta simile, ma i campanelli d'allarme non erano mancati nella partita d'andata, anche perché il Real Madrid aveva si espugnato l'Amsterdam Arena, ma per almeno un'ora aveva visto le streghe, di fronte alle giovani schegge impazzite in maglia biancorossa. Il suo carisma, e la sua forte personalità, quindi, sarebbero serviti eccome ieri sera per aiutare a togliere dall'imbarazzo la sua squadra, in una serata che difficilmente i tifosi delle merengues dimenticheranno. Una caduta di stile che aggiunge, che oltre al danno aggiunge un'ulteriore beffa all'amara eliminazione della sua squadra. 

Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.