Sconfitta al fotofinish per il Newcastle United

Il Wolverhampton vince 2 a 1 al St James' Park con un gol di Doherty al 94°

di Giuseppe Corraine
Giuseppe Corraine
(148 articoli pubblicati)
magpies vs wolves

Brutta sconfitta per il Newcastle United, la squadra di Benitez infatti, esce malconcia dallo scontro contro i Wolves che si impongono per 2 a 1 al St James' Park.

E' stato un match combattuto fin dai primi minuti di gioco, con i bianconeri subito pericolosi in avvio di gara con Rondon, che servito in area da Mohamed Diame ha subito la palla per l'1 a 0 ma la sua girata è centrale viene parata da Rui Patricio.

Al 13° Ruben Neves fa partire un tiro dal limite dell'area, ma Dubravka è attento e devia in angolo.

Nemmeno cinque minuti dopo, il  Wolverhampton trova la rete del vantaggio, con Jota Diogo, che servito sul filo del fuorigioco da Helder Costa, controlla la palla in area e scarica in rete il del 1 a 0.

Il Newcastle United reagisce subito al gol, con lo scatenato Rondon: al 22° su calcio di punizione, la sua conclusione colpisce in pieno la traversa, con il pallone che rimbalza davanti la linea di porta e viene spazzato via, il colombiano però recupera la sfera e la rimette subito in mezzo, per Ayoze Perez  che di testa segna il gol del pareggio, 1 a 1.

I bianconeri, spinti dal gol, andranno vicino al gol del vantaggio in diverse occasioni; al 26° Rondon servito da Atsu, fa partire un tiro diretto all'angolino basso che viene parato da Rui Patricio, mentre pochi dopo al 30° è Federico Fernandez, che di testa va vicino al gol, ma il portiere lusitano dei Wolves ha alzato la saracinesca.

Al 37° sono i gialloneri a rendersi pericolosi, con il colpo di testa di Bennett a seguito di un calcio d'angolo, ma la conclusione finisce lontanissima dalla porta.

Nel finale di primo tempo sono ancora i Magpies, ad andare vicino al gol del vantaggio, prima con il tiro potente di Momo Diamè, respinto dalla difesa del Wolverhampton, e poi pochi minuti dopo al 46° con il colpo di testa di Clark su cross di Ki Sung Yueng, che però finisce fuori al lato della porta.

Nella ripresa Rafa Benitez prova subito la carta Manquillo per Federico Fernandez, ma la mossa non da i frutti sperati, con il Newcastle che fatica a creare gioco.

Al 57° Diogo Jota approfitta di un errore di Yedlin, gli ruba palla con il difensore costretto a fargli fallo, per impedirgli di entrare in area,con l'arbitro che lo espelle, lasciando cosi i bianconeri in dieci.

L'inferiorità numerica costringerà il Newcastle ad arretrare il baricentro ed il Wolverhampton ne approfitterà per rendersi subito pericoloso: al 59° Ruben Neves fa partire il tiro da fuori, che però  viene respinto da Ritchie; mentre al 62° è Doherty a impensierire la porta di Dubravka, ma il suo colpo di testa finisce alto.

Al 67° si rivedono i bianconeri in attacco, con un tiro insidioso di Ayoze Perez, che però finisce lontano dallo specchio della porta; ma in questo secondo tempo sono decisamente gli ospiti i più pericolosi in campo.

Al 75° seconda traversa del match, stavolta colpita dai Wolves con il tiro di Raùl Jimenez, con il tiro che supera il portiere del Newcastle, ma la palla viene respinta dal legno e rimbalza davanti la linea di porta, prima di essere spazzata via da Ki Sung Yueng.

Il Wolverhampton, alzerà i ritmi di gioco e nel finale di partita, assedierà l'area avversaria: al 81° Doherty, servito da Jota Diogo impensierisce Dubravka, che si supera deviando in angolo il tiro all'angolino dell'attaccante avversario.

Mentre al 86° è Gibbs-White a rendersi pericoloso con un tiro potente da fuori area, respinto con difficoltà dalla difesa dei Magpies.

Proprio quando sembrava che la partita sarebbe finita con un pareggio, Doherty trova il gol al 94° approfittando della respinta di Dubravka, sul tiro di Diogo Jota, con il centrocampista che deve solo spingere la sfera nella porta sguarnita; 2 a 1.

Brutto Newcastle secondo me, che nonostante abbia l'attenuante dell'inferiorità numerica, non è mai sembrato veramente in partita, se non in poche occasioni, schiacciato dal gioco avversario; trascinato (e salvato dalle parate di Dubravka), dalle azioni dei singoli, Rondon in primis.

Lespulsione di Yedlin
Fonte: l'autore Giuseppe Corraine

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.