Scommettiamo che… cosa è veramente cambiato

il business del calcio e quello (più remunerativo) delle scommesse

di Walter Chiocchio
Walter Chiocchio
(2 articoli pubblicati)
Genoa CFC v Cagliari Calcio - Serie A

La discussione infuria: il calcio in TV è diventato un lusso e si sta perdendo l'essenza stessa di questo sport che è sempre stata la sua popolarità.

Il numero di praticanti ed appassionati è in crescita esponenziale perché molti uomini d'affari di interi continenti hanno ampliato la conoscenza di questo sport in angoli della terra senza una storia calcistica credibile; così la proprietà della maggior parte dei club più titolati al mondo è oggi nelle mani di cinesi, americani, emiri arabi ed altro.

L'analisi dell'evoluzione della visibilità del calcio attraverso la televisione è molto interessante e, pur seguendo strade specifiche in ogni paese, ha un elemento di riconoscibilità comune ed è quello legato al mondo delle scommesse e, se si esclude il mondo anglosassone, dove scommettere è sempre stato legale (e quasi nessuno conosce lo scandalo dei "Black Sox", risalente al 1919 negli USA, Major League di baseball), nel resto del globo solo recentemente  è diventato possibile effettuare puntate sulle partite in maniera lecita.

Se ritenete che i diritti televisivi - da soli - stiano rendendo il calcio uno sport per chi può permetterselo, provate a guardare una qualunque partita commentata in un qualunque canale televisivo e fate un sereno raffronto con telecronache di 10 anni fa: nessuno racconta più la partita con la considerazione che si tratti di un gioco; il commento è sempre più spesso una miscela esplosiva di dati statistici (che partono dal record vittorie / sconfitte delle squadre ed arrivano a quante volte ciascuna squadra ha vinto con il tale arbitro, passando dai gol segnati nei primi 15 minuti, a quanti gol il tale attaccante ha segnato a quella squadra, magari perché è quella alla quale ne ha segnati di più) e "lezioni" del commentatore "tecnico" di turno, il quale - per qualunque avvenimento - non fa che ripetere: l'avevamo detto...e sembra ci spieghino un argomento dalla complessità vicina alla scissione dell'atomo.

Ma a noi spettatori interessati a divertirci solo con l'essenza del gioco, e che magari vogliamo farci un'idea personale di quanto sta accadendo, quanto interessano tutte queste "nozioni"? Ovvero: a chi giova ?

Non credo sia necessario dare una risposta a questa domanda, basta fare una statistica e rilevare qual è la percentuale di spot pubblicitari di aziende di scommesse rispetto al totale degli spazi pubblicitari intorno alla durata di un programma che ha a che fare con il calcio ed al numero di top club - in tutto il mondo - sponsorizzati dalle stesse società.

Ci hanno insegnato che la prima regola d'oro della comunicazione è dare al pubblico ciò che esso vuole, quindi di confezionare il prodotto ad uso di chi ne fruisce e peggio per chi ancora può pensare che il divertimento nel guardare una partita sia quello di seguire ciò che accade nei 90 minuti nei quali la palla rotola in campo.

Quanto ricavano le aziende che vendono il calcio in tv dagli abbonamenti e quanto dalla vendita degli spazi alle aziende di scommesse ? Quali sono i legami tra le due parti ? Qual è il costo dell'enorme spazio che viene concesso a chi, anche nell'intervallo tra il primo ed il secondo tempo ci invita a scommettere "in tempo reale" sul prossimo gol o su qualunque altro aspetto di ciò che accadrà ? E, ultimo ma non meno importante, perché non possiamo, da abbonati paganti, richiedere di avere una telecronaca alternativa a quella che ci annoia con dati del tutto irrilevanti rispetto alla natura di quello che vorremmo guardare ? Siamo connessi...

Fonte: l'autore Walter Chiocchio

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.