scaldate i motori, il derby d’Italia è alle porte.

Mancano ormai due giorni alla partita più sentita dell'anno, ma cosa l'ha resa tale?

di Federico Ruggeri
Federico Ruggeri
(11 articoli pubblicati)
Tabellone stadio Olimpico 05052002

1967. Juventus ed Inter sono le squadre più titolate d'Italia. L'anno è particolare perché le squadre sono divise da un solo punto quando si arriva all'ultima giornata ed all'Inter basta una vittoria contro il Mantova per laurearsi campione d'Italia per la sua undicesima volta. Come spesso accade nella storia dei nerazzurri, la follia prende il sopravvento e la squadra di Moratti perde incredibilmente e consegna il titolo alla Juventus ( vittoriosa sulla Lazio). E' in questo clima di rivalità che il più grane giornalista sportivo del '900, Gianni Brera, conia il nome derby d'Italia che sintetizza al meglio una rivalità cittadina fuori dalla città in cui si sfidano due delle famiglie più importanti del nostro paese in quegli anni (Moratti e Agnelli).

Le due tifoserie non si amano troppo, comprensibile, è come se si amasse la stessa donna e si sapesse che solo una dei due può ottenerla. 

La prima tensione.  siamo nel 1961, un invasione di campo ( si giocava al comunale di Torino) obbliga l'arbitro a sospendere la partita. In prima istanza il giudice decreta la sconfitta a tavolino per i bianconeri ma in secondo grado viene deciso che la gara deve essere semplicemente ripetuta. L'Inter decide di boicottare la partita mandando in campo la primavera ( prima partita per Sandro Mazzola e ultima per Giampiero Boniperti ) il risultato fu pesante: 9-1 per la vecchia signora con 6 goal di Omar Sivori.

La rivalità prosegue in maniera sopita fino al famoso giorno in cui la Milano nerazzurra si infuria per un fallo in area di rigore su Ronaldo da parte di Iuliano non sanzionato che porterà a proteste veementi nei confronti dell'arbitro. 

5 Maggio 2002, si completa la tragedia sportiva per i nerazzurri. La Juventus è dietro da tutto il girone di ritorno e sembra ormai fuori dai giochi ma l'Inter nelle ultime giornate scricchiola andando a perdere a Verona e lasciando ai Bianconeri ancora qualche speranza. L'ultima giornata vede la Juventus impegnata contro l'Udinese e l'Inter con la Lazio. I giocatori della Juve sanno che devono vincere ed archiviano la partita già nel primo tempo. Da Roma arriva la notizia che i nerazzurri sono in vantaggio, il sogno sembra ormai svanire, quando tutto sembra perduto la Lazio reagisce e ribalta il match: 4-2,  l'Inter perde, la Juventus è nuovamente la signora d'Italia.  

Calcipoli. Arriviamo così agli anni di calciopoli in cui i massimi dirigenti della Juventus vengono accusati di aver pagato arbitri e designatori arbitrali in cambio di aiuti. La Juventus finisce in serie B e l'ultimo scudetto vinto sul campo finisce sul petto dell'odiata Inter. Nei successivi anni gli Juventini chiederanno a gran voce la restituzione di quei titoli data la notizia secondo cui anche l'Inter era solita avere colloqui con arbitri ma, non potendo essere giudicata per via della prescrizione, tutto rimase com'era.

Mourinho e la grande Inter. Con l'arrivo del portoghese i rapporti non migliorarono di certo. Nonostante la Juve sia in quel periodo molto distante dai nerazzurri diviene proprio essa una delle principali nemiche dello special one che non lesina commenti arguti e vere e proprie stoccate ai tifosi della vecchia signora. L'Inter realizza il triplete e per i tifosi ciò si trasformerà in un  motivo di vanto e sfottò contro i rivali bianconeri. 

Da Conte ad Allegri, Juve- Inter oggi. Arriviamo ai giorni nostri, la Juventus è tornata a dettar legge in Italia e l'Inter è alla ricerca di se stessa dopo esser tornata in champions 7 anni dopo l'ultima volta. I tifosi interisti si augurano che possa essere la partita della svolta, quella della rinascita, gli Juventini hanno ancora fame e voglia di ripetersi sapendo che l'Europa è il sogno ma il campionato deve essere la solita, stupenda, conferma.

Una rivalità che nasce nel '900 e che venerdì vedrà un nuovo, ennesimo, capitolo di questa fantastica storia, la più bella.

Semplicemente il Derby d'Italia.

Iuliano e Ronaldo
Fonte: l'autore Federico Ruggeri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.