San Marino, risultato storico contro Gibilterra

Il San Marino ottiene il suo secondo pareggio di fila in Nations League ed è subito record nella storia sammarinese

di Ermanno Ceruetto
Ermanno Ceruetto
(15 articoli pubblicati)

 Tra l'Emilia Romagna e le Marche si colloca il piccolo stato di San Marino che in Europa è il terzo stato più piccolo dopo Città del Vaticano e Monaco. I sammarinesi sono sempre stati riconosciuti come conservatori della loro patria e dei loro principi, tanto che hanno messo sempre la loro nazione come necessità primaria e non si sono mai sentiti inferiori alle altre nazioni europee. 

Ieri questo loro spirito patriottico è servito nel pareggio, in casa,  per 0-0 contro Gibilterra in Nations League, nonostante l'inferiorità numerica che li ha visti in 10 dal 49' per l'espulsione del difensore sammarinese Simoncini. Questo pareggio per San Marino vale oro e rappresenta motivo di orgoglio per i giocatori che centrano un risultato storico con il secondo pareggio consecutivo, dopo quello con il Liechtenstein, di sempre nella storia della nazionale di calcio sammarinese.  

L'analisi della partita ci parla di un San Marino subito arrembante nei primi minuti e che mantiene un baricentro piuttosto alto nelle due fasi. Gli ospiti si fanno pericolosi su palla inattiva, poi è il San Marino con Nanni che spreca di testa sulla punizione di Berardi. Al 20' su errore del portiere Coleing di Gibilterra, che rimette la palla in gioco per evitare l'angolo dopo il tiro deviato di Berardi, non ne approfitta Hirsch a porta vuota sparando addosso ai difensori avversari. Più tardi Coleing si fa perdonare riuscendo a salvare coi polpastrelli sul colpo di testa di Nanni.
Gibilterra rimette la testa fuori e si rende pericolosa con Chipolina che sbuca in spaccata, su un traversone da calcio piazzato, sul secondo palo mancando di poco il pallone. Sul finale del primo tempo Rossi pesca sul filtrante Palazzi
che manca l'appuntamento col gol.

Nella seconda frazione di gioco si riparte così come si era finito coi Titani che attaccano e Nanni che ci prova. Poi la partita si indirizza diversamente quando Simoncini al 49' interviene a gamba tesa colpendo Torrilla sul quadricipite, intervento che gli costa l'espulsione. Varrella sceglie il doppio cambio per donare equilibrio all'inferiorità numerica sammarinese e riportare Berardi vicino a Nanni: fuori i due esterni per Manuel Battistini e Mularoni, con quest'ultimo a completare un rombo che vede Berardi vertice alto. Gibilterra mette le tende nella metà campo avversaria e va vicino al gol con Torrilla che incrocia sul secondo palo di testa e manca di poco il gol. Brivido al 72', quando Gibilterra costruisce la migliore occasione della partita con la complicità dei centrali di casa: Brolli fallisce il rinvio e Rossi va a vuoto nell'anticipo da ultimo uomo su De Barr, che arriva davanti ad Elia Benedettini e aprendo il
piattone, l'attaccante del Lincoln FC, spedisce clamorosamente a lato. San Marino sembra resistere bene alle sortite offensive avversarie, fin quando il fantasma della partita di andata non ritorna per il fallo sulla riga laterale di Battistini che regala una punizione a Walker ma stavolta a differenza dell'andata la difesa sbroglia. I 5' di
recupero non bastano a Gibilterra per portare a casa i tre punti e San Marino può esultare per il risultato storico. 

Nel post-partita alcuni giocatori non riescono a contenere l'emozione e più di tutti Dante Rossi si emoziona a tal punto da mettersi a piangere di fronte alle telecamere, affermando: "Per me è veramente un sogno... Dedico questo pareggio a tutto il paese, che è piccolo ma ha un gran cuore, alla mia famiglia, a mia moglie e a tutti i miei compagni di squadra".

SAN MARINO [4-4-2] E. Benedettini; Brolli, Simoncini, Rossi, Palazzi; Tommasini (dal 57' Ma. Battistini), Lunadei, A. Gallinucci, Hirsch (dal 57' Mularoni); Berardi (dal 67' Vitaioli), N. Nanni.

Allenatore: Varrella

GIBILTERRA [4-3-3] Coleing; Annesley, Wiseman, Sergeant, Torrilla (dal 77' Priestley); Mouelhi (dal 65' Styche), Chipolina, Olivero; L. Casciaro (dal 54'  K. Casciaro), De Barr, Walker.

Allenatore: Vlahovic

Arbitro: Kateryna Monzul

Ammoniti: Chipolina, Torrilla, Brolli, Styche

Espulsi: Simoncini

Fonte: l'autore Ermanno Ceruetto

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.