Russia 2018, 5-0 all’Arabia Saudita: buona la prima per i padroni di casa

Arabia Saudita travolta 5-0 dai russi. Decisivi Golovin, Dzyuba e Cheryshev

di Stefano Boffa
Stefano Boffa
(97 articoli pubblicati)
Saudi Arabia Training Session - 2018 FIF

Troppa Russia per la modesta Arabia Saudita. I "Figli del Deserto", dinanzi ad un Luzhniki gremito in quel di Mosca, vengono strapazzati nella partita inaugurale del torneo dai padroni di casa con un 5-0 che non ammette discussioni. 

Dopo la coinvolgente cerimonia d'apertura targata Robbie Williams-Aida Garifullina, la partita inizia subito con una Russia già arrembante sin dai primi minuti e che trova il gol del vantaggio dopo appena 12 minuti, quando Golovin lavora un pallone sulla sinistra e lo pennella sulla testa dell'accorrente Gazinsky che, ben appostato sul secondo palo, approfitta del goffo scivolone di Omar Hawsawi e insacca il pallone alle spalle dell'incolpevole Al Muaiouf. Dopo tre minuti, la Russia avrebbe poi una grande occasione per raddoppiare con Dzagoev, ma il trequartista del Cska Mosca si fa respingere la conclusione da un ben piazzato Osama Hawsawi.

Dopo un'occasione mancata dai sauditi con Al Shehri (anticipato in corner da Ignashevich dopo un crosso velenoso di Al Sahlawi), arriva la nota stonata per la Russia: l'infortunio di Dzagoev, che sarà costretto a lasciare il campo in favore dell'esterno del Villarreal Denys Cheryshev. Sarà proprio il neoentrato al minuto numero 43 a firmare il gol del raddoppio dopo un contropiede da manuale della formazione russa: Golovin approfitta di una chiusura non esattamente efficace da parte di Omar Hawsawi (disastrosa la sua prestazione) per involarsi sulla destra e servire Zobnin al centro, il quale vede l'accorrente Cheryshev sulla sinistra e lo serve; finta di tiro con due difensori saltati e bomba all'incrocio sul primo palo.

Dopo l'intervallo, l'inerzia della gara non sembra cambiare, anche se l'Arabia Saudita ha un grande occasione per riaprire la partita con Al Jassim, che manca l'impatto con il pallone sul cross invitante di Al Burayk dalla destra. Da qui, la gara dell'Arabia Saudita diventa un calvario: Dzyuba, subentrato a Smolov nel corso della ripresa, riceve il cross al bacio di Golovin dalla destra e, di testa, segna il gol del 3-0 che, di fatto pone fine alle ostilità dopo 71 minuti.

Nonostante gli evidenti segnali di resa mostrati dai sauditi, la Russia non ha intenzione di fermarsi e, sfruttando un'ottima sponda di Dzyuba, Chreyshev trova il gol della sua personale doppietta grazie ad un formidabile tiro d'esterno che s'infila all'incrocio dei pali, siglando il 4-0 al 91'.

Al 94' c'è ancora tempo per un calcio di punizione dal limite dell'area e Golovin pone il suo sigillo con una trasformazione magistrale a coronamento di una grande prestazione personale.

Vittoria importantissima per gli uomini di Cherchesov, che danno un segnale importante ad Uruguay ed Egitto in vista dei prossimi impegni, candidandosi seriamente per un posto agli ottavi; per quanto riguarda l'Arabia Saudita, Pizzi dovrà rivedere molte cose, a partire dal possesso palla sterile fino alla disastrosa prestazione difensiva, con la qualificazione che pare ormai compromessa. 

Fonte: l'autore Stefano Boffa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.