Ronaldo, è solo questione di tempo

Il problema della presunta inefficacia di CR7 in zona gol, svanirà presto: appena il portoghese si sbloccherà, non si fermerà più

di Giuseppe Di girolamo
Giuseppe Di girolamo
(76 articoli pubblicati)
Juventus v SS Lazio - Serie A

Mi sembrava strano che dopo due giornate, non ci si era ancora posti il "problema" Ronaldo, ma la questione non si è fatta attendere troppo: eccoci al termine della terza giornata di campionato, a domandarci :"Come mai CR7 è ancora a secco di gol"? E poi via alla più disparate conclusioni. 

Il campionato italiano è più duro di quello spagnolo, le difese da noi sono più chiuse, è troppo solo in attacco, e poi la mia preferita: il Real Madrid ha rifilato un bel bidone alla Juve! Vi pare che uno che ha fatto gol in tutto il mondo, che ha segnato a tutte le squadre del mondo, e che solo qualche mese fa sfuggiva alla difesa della Juventus, non sia capace di fare gol in Serie A?

La realtà è solo una: Ronaldo è un uomo, prima che un campione, e come tutti gli uomini, sente la pressione che l'attesa dei tifosi e della stampa crea. Intendiamoci, è una corsa normale che tutto il mondo aspetti che il portoghese si sblocchi, nel nostro campionato, ma è altrettanto normale che lui senta questa attesa, e che non veda l'ora rompere il ghiaccio, per poi non pensarci più. Sapeva di avere poco tempo, prima che alcuni scettici cominciassero a sollavare dei dubbi; non è riuscito a fare il modo che la polvere si alzasse, e già mi immagino come le illazioni possano espandersi in modo virale, se neanche alla ripresa del campionato, dopo la sosta per le nazionali, riuscirà a violare la rete avversaria.

Ronaldo deve stare tranquillo, i tifosi e i giornalisti anche: il gol è come l'amore, lo trovi quando smetti di cercarlo. E quando arriverà, avremo bisogno di buona memoria per tenere il conto di tutti quelli che seguiranno. Sono pronto a scommettere fin da ora, che CR7 segnerà tranquillamente tra i 20 e 25 gol, solo in campionato. 

Nonostante il lusitano sia sicuramente a fine carriera, è questo è indiscutibile, la parabola discendente non è ancora cominciata, come gli avversari stanno sperando. Fisicamente è integro, ha una classe, una fantasia, una potenza tale, che per altri due anni farà ancora una enorme differenza, per chi potrà schierarlo tra le sue fila. Soprattutto, farà una enorme differenza per chi dovrà giocarci contro.

Quindi state sereni, o mettetevi l'anima in pace, a seconda del "partito" a cui appartenete: Ronaldo risiederà ancora per un po' all'attico, nel palazzo dei fenomeni, insieme a Messi, Neymar, Griezmann, Modric e via dicendo.

Fonte: l'autore Giuseppe Di girolamo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.