Roma: il commosso saluto a De Rossi e l’occasione mancata di Pallotta

Con una serata da libro cuore cala il sipario sulla disastrosa stagione giallorossa. Assente non giustificato il presidente Pallotta

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(106 articoli pubblicati)
AS Roma v Parma Calcio - Serie A

Il vento tornerà a soffiare, perché come canta Antonello Venditti nella sua "Alta marea", certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi, e poi ritornano. L'amore è quello tra Daniele De Rossi, la Roma, e il suo straordinario pubblico, che ieri sera ha riempito l'Olimpico in ogni ordine di posto, per tributare, commosso, il giusto omaggio ad uno dei più grandi calciatori della storia romanista. Ma quello di Domenica sera non è stato un addio, ma un arrivederci, perché Daniele è destinato a tornare a casa, una volta concluso il suo percorso di calciatore, magari da allenatore, per cogliere quei successi che merita. Il capitano giallorosso non è stato solo un grandissimo campione, ed uno dei migliori centrocampisti a livello mondiale, ma, soprattutto, un romanista vero, un tifoso investito di un grande talento che ha potuto giocare, e difendere per 18 anni, i colori della sua squadra del cuore. Le vene del collo pulsanti, il suo viso che si deforma dopo un urlo di gioia a festeggiare un gol o una vittoria importante della sua squadra, rimarranno per sempre nella memoria collettiva del popolo giallorosso. De Rossi ha lasciato un solco profondo non solo nei tifosi della Roma, ma anche nei numerosissimi compagni di squadra che lo hanno accompagnato in questa sua lunga avventura. Tantissimi, infatti, i messaggi e i post a lui dedicati da chi ha avuto la fortuna di poter giocargli fianco a fianco. Uno dei più toccanti è stato quello di Edin Dzeko, tra l'altro ingiustamente fischiato da una parte dello stadio, subito zittita dalla stragrande maggioranza dei presenti, nel momento della sua sostituzione. 

Non solo De Rossi, anche un altro grande romano e romanista è stato tributato del giusto omaggio. Claudio Ranieri non è riuscito a trattenere la commozione dopo i numerosi cori e striscioni a lui dedicati. Al tecnico testaccino il pubblico dell'Olimpico ha voluto dedicare il giusto  ringraziamento per aver risposto presente, senza se e senza ma, nel momento del bisogno, per aver risollevato una squadra smarrita e sfiduciata, ma, soprattutto, per aver riportato un senso d'appartenenza, quell'identità dimenticata dentro una stagione disastrosa.

E in una serata straboccante  di romanismo, stride l'assenza della società, rappresentata dal solo Francesco Totti. Il presidente Pallotta in primis ma anche Baldini, Baldissoni, Fienga, il ds Massara. Nessuno presente sul prato dell'Olimpico per i saluti a Daniele De Rossi. Un gesto che ancora una volta sottolinea come siano distanti anni luce la dirigenza con l'ambiente giallorosso. Un'occasione persa soprattutto per il presidente americano, che sicuramente avrà preferito la comoda poltrona di casa al rischio, concretissimo, di fare il pieno di fischi, quelli che gli avrebbe sicuramente riservato il pubblico presente. Ma un vero presidente, anziché affidarsi ai social per esprimere i propri ringraziamenti, ci mette la faccia anche, e soprattutto, nei momenti difficili, e la sua presenza, non solo avrebbe testimoniato la vicinanza della società a De Rossi, ma avrebbe dato finalmente un cenno di presenza a tutto il mondo giallorosso, e forse, gli avrebbe potuto far capire e toccare con mano cosa vuol dire essere il presidente della Roma

Archiviata questa disastrosa stagione è tempo di pensare subito al futuro. Tra mille incertezze c'è, però, un punto fermo. La fascia di capitano rimarrà sul braccio di un altro romano e romanista. Tocca, infatti, ad Alessandro Florenzi raccogliere l'eredità di Daniele De Rossi. La nuova Roma, parte da qui.

AS Roma v Parma Calcio - Serie A
Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.