Real Madrid-Psg: campioni al potere (parte 1)

Stasera il match clou degli ottavi. Tra difficoltà, crepe all'interno dello spogliatoio, e grandi campioni, le due squadre si giocano il loro futuro

di Marco Ghilotti
Marco Ghilotti
(52 articoli pubblicati)
m

"Vinci la gara, ma la gara successiva é un punto interrogativo. Sei ancora il migliore o no? Questo é divertente ma anche interessante. É impegnativo. Devi affermarti ogni volta". Queste sono le parole pronunciate dal campionissimo di Formula 1 Michael Schumacher, che ora si trova a lottare a casa sua tra la vita e la morte da ormai più di quattro anni. Sono frasi che fanno e che dovrebbero fare riflettere tutti gli appassionati di sport, soprattutto quelli calcistici. I grandi campioni si pongono questo interrogativo ogni giorno, magari ogni ora. Come poter rimanere a grandissimi livelli ogni anno? Lavorando duramente, lavorando più sodo degli altri sempre, lavorando sulla tecnica ma anche sulla psiche. La mentalità conta, talvolta più della qualità. La concentrazione, l'impatto psicologico di un momento può oltrepassare le capacità tecniche. Due esempi su tutti, Vardy e Mahrez, che pur non essendo star di livello globale, sono riusciti con la forza della motivazione a mettere in bacheca un titolo che ha avuto decisamente dell'incredibile. Gli ottavi di Champions, in un certo senso, centrano appieno il significato di questa citazione. Riescono a farlo perché in effetti, dagli ottavi in poi é come se la Champions rincominciasse, e come se tutto quello che si é fatto prima d'un tratto non contasse più nulla. É indifferente se ti chiami Paris Saint-Germain e vinci con facilità il tuo girone, non é importante se ti qualifichi all'ultimo minuto dell'ultima giornata. RESET: questo é il lemma chiave per comprendere la fase ad eliminazione diretta della "Coppa dalle grandi orecchie", iniziata nella serata di ieri. Se 24 ore fa abbiamo assistito a due match completamente diversi, uno in cui il Manchester City ha letteralmente distrutto il Basilea 4-0 e l'altro in cui la Juventus si é fatta rimontare il doppio vantaggio dal Tottenham, questa serata europea promette spettacolo, soprattutto nel match clou, Real-PSG

Due squadre che sulla carta vengono da situazioni diametralmente opposte. Da un lato c'é la squadra parigina, che cavalcando l'onda del successo si ritrova facilmente a capo di una Ligue 1 che già a a febbraio ha poco da raccontare, mentre dall'altro c'é il Real di Zidane, che dopo un promettente avvio di stagione, si ritrova a navigare in acque poco sicure, quarto in Liga a -17 dal Barcellona, eliminato dalla Copa del Rey dal Leganés, ed inseguito dall'ombra dell'esonero che ormai lo tormenta da settimane. Ciononostante, come ben sappiamo, la Champions League é capace di ribaltare ogni possibile pronostico, anche quando la situazione sembra ormai compromessa. Il Barcellona lo scorso anno, il Liverpool nel 2005 possono essere esempi utili per ritrovare le forze mentali e fisiche quando ormai sembrano definitivamente perdute. I tecnici e i giocatori delle rispettive squadre devono trovare nuove motivazioni per continuare a dare il 100%, anche perché, in questi 180 minuti si decide il loro futuro. Alla fine di questi due match non conteranno più le crepe all'interno dello spogliatoio, le voci di mercato, o le parole dei presidenti. Palla al centro del campo. Si gioca. La squadra che avrà più fame di vittoria andrà avanti. L'altra cadrà, come conseguenza, nelle profondità dell'Inferno, e a quel punto, solo una sorta di miracolo sportivo potrebbe risollevare una stagione destinata ad essere fallimentare. Solamente analizzando il passato, solamente capendo come le squadre arrivano a questa partita, potremo comprendere ciò che ci aspetta, ciò che questo big match ha in serbo per noi tifosi. Neymar contro CR7, Verratti contro Modric, Zidane contro Emery. Lo spettacolo è garantito.

Fonte: l'autore Marco Ghilotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.