Real bello e letale, Psg incompiuto: i blancos dettano la loro legge

Gli spagnoli si impongono 3-1 nell'andata degli ottavi di Champions League: Ronaldo con una doppietta e Marcelo replicano al gol iniziale di Rabiot

di Massimo Pighin
Massimo Pighin
(244 articoli pubblicati)
Cristiano Ronaldo

Tatticismo, questo sconosciuto. Real Madrid e Paris Saint Germain non tradiscono le attese, offrendo all'aristocratica platea del Santiago Bernabeu 90 minuti di grande calcio. Alla fine fanno festa i blancos, che dopo essere andati sotto a causa del gol di Rabiot, hanno riequilibrato le sorti della sfida con il generoso rigore concesso da Rocchi e trasformato da Ronaldo.

Nella ripresa lo spettacolo non diminuisce, anzi, la stanchezza allarga gli spazi a disposizione dei funamboli in campo. Zidane azzecca le mosse dalla panchina con gli ingressi di Bale e Asensio e nel finale il Real trova due reti forse decisive in chiave qualificazione con Ronaldo e Marcelo: il primo round finisce 3-1 per capitan Ramos e compagni. il 4 marzo al Parco dei Principi, però, sarà battaglia: spagnoli avvantaggiati, ma tutto può accadere. 

I due tecnici scelgono lo stesso modulo, il 4-3--3. Zidane lo disegna con Navas tra i pali, Nacho, Varane, Sergio Ramos e Marcelo in difesa, Modric, Casemiro e Kross a centrocampo, Isco, Benzema e Ronaldo davanti. Emery sceglie un undici formato da Areola in porta, Dani Alves, Marquinhos, Kimpempe e Yuri a comporre il pacchetto arretrato, Verratti, Lo Celso e Rabiot in mezzo, Mbappè, Cavani e Neymar a formare il tridente offensivo.

Partono forte i campioni d'Europa, che provano a chiudere il Psg sulla propria metà campo, ma i francesi, passati i minuti iniziali, si riorganizzano. Neymar appare imprendibile, Nacho spesso non riesce ad arginarne estro e velocità e Modric è costretto a ripiegare sul fenomeno brasiliano. Cresce anche Rabiot, che al 33' manda avanti gli uomini di Emery: Mbappè, assente fino a quel momento, crossa dalla destra, velo intelligente di Cavani, la difesa madrinista non riesce a liberare e il 25 batte un Navas non impeccabile.

Il Real sembra accusare il colpo, ma al 45' pareggia. Kroos entra in area, Lo Celso lo contrasta e il tedesco cade a terra: Rocchi non ha dubbi e indica il dischetto, ma qualche perplessità rimane. Dagli undici metri CR7 non sbaglia: 1-1.

Nel secondo tempo entrambe le squadre provano a vincere la partita, pensando ad attaccare più che a coprirsi. La differenza la fanno le scelte degli allenatori: Zidane azzecca i cambi, Emery no. Asensio, in campo al posto di Isco, crea l'occasione che porta al 2-1 di Ronaldo, bravo e fortunato a segnare con un rimpallo. Poi arriva la rete di Marcelo, il migliore in campo insieme al portoghese. Il primo round di una sfida stellare va al Real, ma a Parigi andrà in scena la seconda battaglia degli extraterrestri

Fonte: l'autore Massimo Pighin

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.