Quando l’omologazione diventa un problema

Spunti e riflessioni su caso-fasce ed altre omologazioni (a volte mancate) nel calcio contemporaneo

di Luca F
Luca F
(47 articoli pubblicati)
AC Milan v AS Roma - Serie A

Che la decisione della Lega Calcio di vietare le fasce da capitano personalizzate potesse far scalpore era cosa scontata, che si arrivasse a farne una questione mediatica, sicuramente meno. 

De Rossi, il Papu Gomez, e la Fiorentina sono stati i primi a non piegarsi alla novità introdotta quest'anno. Nelle prime giornate di campionato l'indole del capitano romanista non è stata domata dalla decisione di non concedere più la personalizzazione degli indumenti. "Sei tu l'unica mia sposa sei tu l'unico mio amor", la frase contenuta nella fascia del centrocampista; quelle del Papu sono invece ispirate dalla semplice creatività, quella creata dalla Fiorentina è invece dedicata alla memoria di Astori. Imporre la fascia è stata una decisione inutile quanto triste. Un'omologazione della quale non si sentiva il bisogno, una nuova regola la cui ratio sfugge persino ai più accorti, e minacciare sanzioni del giudice sportivo è stato forse il punto più basso che si potesse toccare. La notizia delle ultime ore però potrebbe per salvare la dignità della Lega, che si sarebbe convinta - quantomeno - a concedere una deroga alla Fiorentina, permettendole di continuare ad utilizzare la fascia personalizzata evitando conseguenze. Non serve scriverlo, ma a questo punto l'obbligo per le altre dovrebbe venir meno. Ma il momento d'alzare bandiera bianca, tornare sui proprio passi ed ammettere di aver intavolato un programma inutile resta qualcosa di troppo nobile per il nostro sistema.

Esempi di omologazione nel calcio non sono mai mancati, specialmente quando parificare i diritti ha evitato pesanti ingiustizie. Una tra tutte? Quella dei palloni. Erano i primi anni del 2000 (nemmeno troppo tempo fa) quando sorgevano le prime lamentele da parte dei giocatori: ogni squadra aveva il suo pallone personalizzato, al campo d'allenamento ci si abituava al rimbalzo, al peso e perché no, anche al colore di quello fornito dalla propria società, ma se la partita, la domenica successiva era in trasferta si trovavano caratteristiche diametralmente opposte. Alcune dichiarazioni, tra cui quelle di Buffon, furono decisive per sollevare le prime polemiche, che portarono ad un ragionevole cambiamento. Oggi la Nike fornisce 600 palloni ad ogni società di Serie A in cambio di abbonamenti agli stadi e svariate concessioni. È diventato un business, e non sarebbe neppure troppo utopico pensare che anche sulla fascia di capitano, possa in futuro intraprendersi una strada del genere legata alla pubblicizzazione di marchi sportivi. 

Purtroppo però all'omologazione più sensata la Federazione ancora non ci arriva. La personalizzazione dei numeri e nomi di maglia, attraverso la scelta libera di font a piacimento, resta spiacevole. In Premier League il font è uguale per tutti ed i numeri restano leggibili. Un problema, quello della leggibilità, che potrebbe sorgere solo per i giornalisti in tribuna stampa (a prescindere dalla categoria della competizione), o per gli attenti appassionati, ma pur sempre un atto dovuto soprattutto quando l'estro creativo degli sponsor tecnici ha portato a stampare numeri "sfumati", leggibili soltanto a metà per far posto nella parte inferiore al colore della divisa. 

È proprio una questione di parificazione di diritti; cosa che stranamente non sembra mai mettere d'accordo Fifa, Uefa e Federazioni. Alla domanda di James Pallotta (posta poco dopo l'uscita di scena dei giallorossi in Champions League dopo un arbitraggio disastroso in semifinale contro il Liverpool): "Perché in Champions non c'è ancora il Var?", e alle sollecitazioni di Andrea Agnelli affinché anche la competizione europea venga allineata ai campionati nazionali, non c'è ancora una soluzione, e qualche ipotesi di introduzione già da questa stagione è stata prontamente smentita. Questione di omologazione: quando davvero sarebbe utile. 

Fonte: l'autore Luca F

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.