Il profumo di una lotta scudetto

Una concorrenza che rende questa Serie A più viva del solito

di Tommaso Arpino
Tommaso Arpino
(4 articoli pubblicati)

 Da quel campionato 2011-2012 in cui la Juventus vinse il 28° titolo come campione d’Italia comincia un quinto ciclo di successi per la squadra torinese. Sotto la presidenza di Agnelli infatti (dal 2010 ad oggi) passando per vari allenatori da Antonio Conte, poi Massimiliano Allegri e Maurizio Sarri, la Juventus ha messo in bacheca una discreta somma di trofei tra cui si contano: 9 Scudetti, 4 Coppe Italia e 4 Supercoppe Italiane. Ora, sotto la guida del Maestro, la Juventus non ha preso subito il via in questo campionato lasciando così spazio in vetta ad altre squadre che hanno sempre trovato il muro torinese a ostacolare i propri sogni.

In ordine: Milan, Inter e Roma seguite dalla Vecchia Signora, per poi proseguire la classifica con Sassuolo, Napoli, Atalanta e così via.

Tutte squadre che stanno compiendo un gran lavoro per la realizzazione dei propri sogni. Un Milan che sotto la guida del mister Pioli e con un giocatore del calibro di Zlatan Ibrahimovic stanno guidando la classifica con gran portamento, senza nulla togliere a giocatori che stanno dando il massimo per la loro squadra come Leao, Theo Hernandez, Calhanoglu e tanti altri. L’Inter è sempre a un passo, dopo alti e bassi (soprattutto in Europa) Antonio Conte sembra aver trovato continuità e un progetto definito per portare avanti l’Inter di Zhang. Alla Roma sembrerebbe mancare proprio quella continuità per fare il salto di qualità che tanto fa fatica a trovare, ma dal cambio di proprietà nelle mani di Dan Friedkin si percepisce più speranza nella capitale, sia tra i tifosi che tra i giocatori. Infine, come detto prima, Pirlo sembra faticare di più in campionato, ma non si può dire nulla dei suoi risultati in Europa, una cosa è sicura in questa Juve: CR7 ha fame e i suoi risultati parlano a suo favore, non renderà le cose facili alle altre italiane. A seguire ci sono altre squadre come il Sassuolo che dopo un avvio di campionato abbastanza roseo, ora sembra aver perso un po’ di entusiasmo. Il Napoli d’altro canto, ultimamente sembrava aver avuto una ripresa, ma dopo la sconfitta con lo Spezia, si intuisce che Gattuso deve ancora lavorare su qualcosa. Dall’Atalanta, come ci hanno insegnato gli anni scorsi, dobbiamo mettere in conto che potrebbe compiere una scalata con il girone di ritorno di questa lega.

E’ giusto quindi ricordare che mancano ancora più della metà delle partite da giocare, ma pensandoci bene erano un bel po’ di anni che non vedevamo una Serie A così emozionante, come in uno spettacolo teatrale, ci sono squadre protagoniste, “seconde minori” dove tutti sono contro tutti, quindi nonostante non ci sia un’antagonista da combattere, le emozioni e i colpi di scena non mancano. Ovviamente non tutte le squadre potranno mantenere lo stesso rendimento, perciò staremo a vedere cosa cambierà da quest’inverno. L’ultima giornata ci ha appunto dimostrato come tutto possa cambiare da un momento all’altro: la Juventus che va a vincere a Milano contro la rosa di Pioli che era imbattuta da 304 giorni, il Napoli che si ferma a 28 punti e l’Inter a 36 a causa rispettivamente dello Spezia e della Sampdoria.

Questo dimostra a tutti che il calcio è veramente imprevedibile e com’è vero che una partita dura 90 minuti così anche il campionato dura 38 giornate.

Staremo a vedere come si evolverà questo spettacolo.

Fonte: l'autore Tommaso Arpino

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. lorenzopannicelli - 2 giorni

    Articolo interessante, registro vario e adatto, lettura scorrevole. Complimenti!! #scudetto

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.