Poker del Bari: al San Nicola le feste sono già cominciate

In coda il Messina, in piena rivoluzione, sembra a un passo dalla retrocessione. Il Gela, senza più società intanto, in settimana si ritirerà dal campionato

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(400 articoli pubblicati)
bari

Il   girone più a sud della serie  D conferma il cammino esaltante del Bari, ormai lanciatissimo verso la promozione in serie C.   Risultato non del tutto scontato  (solo il Modena, delle nobili decadute, negli altri gruppi della D sta rispettando facilmente i pronostici). 

Anche ieri ennesimo show stagionale dei galletti. Al San Nicola le feste sono già iniziate. Contro la Nocerina, il Bari vince 4-0 giocando la gara più spettacolare della stagione, in perfetta sintonia con la bella coreografia esibita in Curva Nord. Erano ancora in campo i tifosi impegnati a srotolare gli striscioni, quando Floriano, al culmine di una rapida ripartenza, ha messo a sedere difensori e portiere avversario, per sbloccare il punteggio dopo appena 58 secondi di gioco.Contro una squadra come quella campana, annunciata ostica per il suo atteggiamento difensivo, è stato come trovare la combinazione della cassaforte al primo colpo. Di seguito, il Bari ha fatto ciò che ha voluto nella metà campo avversaria, dando l'impressione di potere andare a bersaglio in svariate occasioni. Al 15' è arrivato il raddoppio, con lo scatenato Floriano stavolta nelle vesti dell'ispiratore e il giovane Piovanello ad aggirare ancora una volta il portiere avversario per il secondo gol a porta vuota.Allo show ha partecipato anche il portiere Marfella, che al 24' ha respinto con bravura un rigore calciato da Simonetti sulla sua destra. Un episodio che avrebbe potuto riaprire la partita, chiusa invece definitivamente al 35' da Di Cesare, anche lui a porta sguarnita, dopo un'azione partita da un suo recupero di palla e rifinita da Simeri. Tre a zero all'intervallo, con il rientro negli spogliatoi salutato dalla standing ovation degli 11mila tifosi, tra i quali centinaia di bambini (per loro biglietto a un euro per l'iniziativa natalizia della società).Nella ripresa , c'è stato spazio anche per il gol del 4-0 con un missile dalla distanza di Bollino, al primo centro stagionale. Per il Bari la decima vittoria di questo campionato vale anche la lode, oltre che la conferma dei sei punti di vantaggio sulla Turris, vittoriosa sul Gela. Alla vigilia del match, Cornacchini aveva assicurato che il Bari sarebbe stato capace di vincere anche senza l'infortunato Brienza. E' stato di parola.

Nelle altre gare la Turris liquida con un netto 5-1 il Gela, restando a -6 dalla vetta.  Vacca, due volte Addessi, Longo, Guarracino e Federico sul tabellino dei marcatori.   I siciliani sono senza società e potrebbero ritirarsi dal torneo.

La Palmese sbanca 2-0 Marsala con Lavilla e Mistretta, agganciando i rivali di giornata (penalty sbagliato da Balestrieri) e la Nocerina al terzo posto in classifica. La Sancataldese batte 3-1 il Roccella. In gol Bruno, momentaneo pari di Faella, Ficarrotta e El Hadj. La Cittanovese piega 2-1 il Portici: reti di Felleca, Postorino e Abajan.

Il Castrovillari si impone 2-1 a Locri, rimontando l’iniziale svantaggio (Caruso) con Lomasto e Pandolfi. Il Città di Messina sfiora il successo, facendosi recuperare due gol dall’Acireale. Cangemi (doppietta tra il 3′ ed il 22′) fa sognare la squadra di Furnari, ma i granata reagiscono, trovando il 2-2 con Manfrellotti e  Campanaro. Vince l’Igea Virtus un delicato scontro salvezza contro il Rotonda. Barcellonesi ok in trasferta per 2-1 con Perkovic e Asprilla (91′), non basta ai locali Nicolao. Il Messina evita soltanto allo scadere la sconfitta con il Troina, ma è ora penultimo insieme all’Igea Virtus. A siglare il 2-2 del “Franco Scoglio” i centri di Arcidiacono, Porcaro (autorete), Bonfini e Porcaro.

L'Acr Messina,appunto,  merita un discorso a parte: partiti per vincere i giallorossi hanno sbagliato tutto.  La società guidata da Sciotto è completamente inadeguata, il gruppo sarà smembrato e anche Arcidiacono (che ha offerte in serie C) e Genevier dovrebbero partire a breve. Una rivoluzione assurda che ha portato la squadra dello Stretto ad essere a un passo da una, finora, meritata retrocessione. 

foto
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.