Picerno e Bari continuano la loro corsa solitaria verso la Serie C

Disperato il Messina penultimo e perennemente battuto, ormai allo sbando. Frenano il Taranto, in risalita l'Audace Cerignola

di Alan paul Panassiti
Alan paul Panassiti
(338 articoli pubblicati)
Bari Palmese

Nei gironi più a sud della Serie D si confermano in vetta Picerno e Bari. Nel Girone H  si conferma al comando in classifica il Picerno di mister Giacomarro, che al “Curcio” batte con un secco 3-0 la Polisportiva Sarnese nell’11^ giornata del campionato di Serie D, girone H. In rete per la squadra del patron Curcio nel primo tempo Langone, poi allo scadere Tedesco  e  Sambou. Vittoria meritata per la Leonessa della Lucania, che ha avuto qualche difficoltà nella ripresa a chiudere la partita, senza però rischiare qualcosa di importante.  Con questi tre punti il Picerno sale a 25 in classifica, 4 in più del Cerignola e Taranto . I primi sono tornati  subito a sorridere battendo al "Monterisi"   5-1 il Gravina. Bitetto ha scelto il 4-4-2 con Longo e Loiodice sugli esterni Foggia e Lattanzio terminali offensivi. La gara si è sbloccata al  14’ Longo poi al 52’ Alessio Esposito, al 54’ Lattanzio, al 57’ Loioidice, e al 76’ Longo hanno chiuso la contesa. Il   Taranto è stato fermato in casa dalla Gelbison 1-1:  gli ospiti, un po' a sorpresa, si portano  in vantaggio al 35' con un gol fortunoso di Cammarota che insacca a porta sguarnita.  Il pari arriva al terzo della ripresa con  D'Agostino su calcio di rigore  assegnato dall'arbitro Piazzini di Prato  dopo il tocco di mano in area di De Cosmi: dagli undici metri realizza il rigorista jonico indirizza la sfera all'incrocio dei pali siglando la sua settima rete in campionato. Piccola delusione per un Taranto che ancora non decolla.

Il Gruppo I ha una sola capolista ormai lanciatissima, anche se nessuno regala ai galletti niente. E’ un gol di Mattera all’87’ a costringere alla resa una stoica Palmese al “San Nicola”. Il Bari si impone di misura e prosegue la sua marcia solitaria, infliggendo ai neroverdi la loro prima sconfitta in campionato. Se i biancorossi volano a quota 27, nell'undicesima  giornata del girone I perde terreno la Nocerina battuta 2-0 dalla Sancataldese. Reti di Aloia al 70′ e Di Stefano al 93′. La Turris è seconda grazie al successo per 4-2 contro il Castrovillari. Ennin pareggia due volte i conti rispondendo a Celiento e Longo. Aliperta su rigore e ancora Longo chiudono il discorso in favore dei corallini.

Il Locri passa ad Acireale con Pannitteri, il Gela regola la Cittanovese per 2-0 (Sowe e Schisciano) e si prende il terzo posto. Finisce 1-1 tra Rotonda e Troina: a segno Capistro e Saba su calcio di rigore. Domenica disastrosa per le messinesi. L’ACR perde in casa 0-1 con il Portici (Sorrentino al 48′), il Città viene battuto a Marsala per 2-0 (Balistreri al 39′, Manfrè al 79′), l’Igea Virtus cede 1-0 sul campo del Roccella, steso dalla rete di Cordova al 20′.

Una nota di demerito per il  Messina ormai disperato e abbandonato dai tifosi, altro che promozione. Il calcio nel peloro, disperato con l'Acr e il   Città di Messina penultime e l'Igea ultima deve fare pensare. Dilettanti allo sbaraglio, difficoltà economiche e una assoluta mancanza di programmazione hanno portato a questo sfacelo tecnico e sportivo.

Ma questa è  un'altra storia.

picci
Fonte: l'autore Alan paul Panassiti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.