Perchè Spalletti non ha mai convinto gli interisti

Spalletti e gli interisti, storia di un feeling mai nato e di due mondi lontani

di Francesco Poli
Francesco Poli
(34 articoli pubblicati)
Spalletti

Luciano Spalletti è ormai sempre più in bilico sulla panchina dell'Inter. E' già iniziato il consueto balletto degli ultimatum, mentre l'impressione è che non sia stato ancora esonerato solo per mancanza di sostituti immediati, in attesa di ingaggiare Conte a giugno.

Il tecnico di Certaldo però non è entrato mai nei cuori dei tifosi interisti, cercherò di spiegare il perchè. Sul piano tecnico lui ha sempre rivendicato di aver riportato l'Inter in Champions dopo anni, ma per molti tifosi questa qualificazione è stata rocambolesca e fortunosa, inoltre non ha mai dato un gioco alla squadra e da questo punto di vista quest'anno le cose sono peggiorate rispetto all'anno scorso. Spalletti è inoltre e sopratutto responsabile di molte scelte di mercato che si sono rivelate disastrose, su tutte Nainggolan, sacrificando Rafinha, ma anche la volontà di trattenere a tutti i costi Perisic, solo per dirne alcune.

Ma è sopratutto sul modo di porsi e il modus operandi che l'ex allenatore della Roma è crollato nei consensi. Prendersi i meriti quando si vince e scaricare le colpe quando si perde su giocatori, società, tifosi e stampa potrebbe essere il suo motto. Il suo modo di parlare e di agire da capocorrente democristiano, il suo profilo saccente e arrogante, il suo dividere i tifosi tra "buoni" e "cattivi", il suo trasmettere il messaggio che Lui faceva i miracoli con la squadra messa in piedi dalla società, il suo non reggere le critiche e le pressioni, i suoi complottismi contro stampa e dirigenti non sono piaciuti al grosso della tifoserìa interista.

A questo punto la sua vicenda in nerazzurro è arrivata al capolinea, Spalletti non ha retto nemmeno la richiesta della società di vincere almeno la Coppa Italia, questa forse è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che forse più di ogni altra cosa fa capire l'inadeguatezza di un tecnico non all'altezza di allenare un club come l'Inter.

Nella scelta del prossimo tecnico la società dovrà valutare molto bene non solo le competenze tecniche, ma il profilo e il carattere, oltre alla comunicazione, perchè allenare l'Inter non è come allenare qualsiasi altra squadra.

Fonte: l'autore Francesco Poli

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Edgo - 1 anno

    Sono articoli come questi che mi fanno capire che finché ce la prendiamo solo con l’allenatore l’Inter rimarrà sempre nel limbo…

    1. Calciointer.net - 1 anno

      Io non me la prendo con nessuno, ho solo freddamente analizzato il motivo perchè Spalletti non è amato dalla maggioranza dei tifosi interisti, ma Spalletti non è l’unico responsabile. L’Inter non vince da anni non certo per colpa dei tifosi o di articoli come questo, ma per motivi ben più profondi, ti ringrazio comunque del potere abnorme che mi dai, addirittura l’Inter non vince a causa dei miei articoli, grazie.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.