Perché le Nazionali sudamericane sono già fuori dal mondiale?

Qual è la causa principale dell’esclusione di Argentina e Brasile?

di Ciro Balestrieri
Ciro Balestrieri
(59 articoli pubblicati)
Sampaoli Tite

Dopo l’uscita del Brasile ai danni del Belgio, non ci sono più sudamericane alle fasi finali del mondiale. L’ultima volta che le sudamericane sono rimaste fuori dalle semifinali era il 2006, quando vinse l’Italia, mentre l’edizione precedente fu l’ultima che vide trionfante una delle sudamericane, il Brasile di Ronaldo e Rivaldo. Nonostante la mole di giocatori di alto profilo tecnico, le nazionali latino americane hanno fallito nuovamente nel più importante torneo sportivo al mondo. Perché? È vero che il livello medio del calcio mondiale continua a crescere, ma questo non basta a spiegare il “declino” di Argentina e Brasile. Infatti non sono arrivati in semifinale squadre provenienti dal continente africano o asiatico, ma solo quattro europee.  

È vero che l’immigrazione ha giovato all’Europa, basta vedere il numero di calciatori originari dell’Africa presenti nella Francia, Inghilterra e Belgio, ma la Selecao è storicamente formata da questi giocatori. Perciò le “colpe” non vanno trovate fuori dal Sud America, bensì dentro, e più in specifico nelle federazioni sportive. Oltre al fatto che periodicamente sono coinvolte in scandali dovuti a corruzione, dal punto di vista meramente tecnico il maggior danno sta nella scelta del C.T. delle proprie nazionali. Gli allenatori di Argentina e Brasile sono rispettivamente Sampaoli e Tite, del tutto sconosciuti al calcio che conta, ossia quello europeo.

Nonostante la maggioranza dei calciatori convocati nelle proprie selezioni giochi (ovviamente) in Europa, gli allenatori vengono ancora scelti all’interno dei confini nazionali. Ciò significa che nessuno di questi tecnici ha mai allenato a livelli mondiali prima di allenare alcune delle nazionali favorite alla lotta per il titolo! Questi allenatori allenano quotidianamente esclusivamente calciatori di livello nazionale (quando va bene). Al di fuori dell’Amazzonia molti di questi calciatori non sono assolutamente nessuno. I migliori calciatori giocano in Europa, perciò Sampaoli e Tite non sanno nemmeno come questi si allenano durante il giorno, come si comportano e soprattutto come vadano gestiti.

Se pensiamo alla Celeste di Messi e compagni diventa inequivocabile la mancata capacità di gestione del gruppo da parte del proprio allenatore, tanto da far rivoltare i giocatori dopo la netta sconfitta per 3 – 0 con la Croazia. Sampaoli non sa cos’è il grande calcio, non ha mai allenato grandi campioni e squadre che si giochino la Champions League. Come si può vincere un mondiale se il “direttore” non è all’altezza del resto dell’orchestra? Gestire Messi, Aguero, Dybala, Higuain e Di Maria non è semplice di per sé, se poi ci mettiamo pure che ad allenarli è uno che la Champions non sa nemmeno come è fatta, ci si può aspettare solo la disfatta.

Se le nazioni sud americane vogliono avere serie chance di vittoria, dovranno cominciare ad affidarsi ad allenatori di alto livello, proprio come i giocatori. E se non ce ne sono di tecnici sudamericani dovranno “ripiegare” su quelli europei, indubbiamente quelli maggiormente preparati. Oramai in un mondo così globalizzato non ha senso insistere in inutili nazionalismi, se non si ha in casa propria un potenziale C.T., allora bisogna andarlo a prendere all’estero, altrimenti si rischiano costantemente brutte figure, come spesso accade nelle ultime edizioni. Se i verde-oro non vincono solamente dal 2002, gli argentini mancano il successo dal ’86, quando a vincerlo fu Maradona, per non parlare degli uruguagi, che non vincono un titolo mondiale dal 1950. Magari non sarà il massimo vincere la Coppa del Mondo con una guida straniera, ma meglio vincere il mondiale con uno straniero che perderlo con un connazionale!

Fonte: l'autore Ciro Balestrieri

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roby10 - 2 anni

    Articolo interessante, anche se non ne condivido le conclusioni (qui le mie riflessioni: http://gazzettafannews.it/calcio/non-sara-con-nostri-tecnici-che-le-sudamericane-torneranno-vincere/)

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.