Passo indietro nella Serie A femminile

accolto il ricorso della LND sulla gestione Serie A e B, ma la FIGC annuncia ricorso

di Giuseppe Corraine
Giuseppe Corraine
(58 articoli pubblicati)
logo

Ieri è stato accolto il ricorso dell LND sulla gestione e organizzazione dei campionati di calcio femminile di Serie a e B, cosi facendo è stato annullata la delibera del Commissario Straordinario della FIGC, Roberto Fabbricini che lo scorso maggio aveva istituito all'interno della stessa FIGC una sezione apposita per la gestione e sviluppo per il calcio femminile, per migliorarne, come già  visto all'estero, il livello calcistico e professionale.

"La Corte Federale d’Appello accoglie il ricorso proposto dalla Lega Nazionale Dilettanti e in riforma, sul punto, della impugnata decisione del Tribunale Federale Nazionale, annulla la delibera del Commissario Straordinario della Federazione Italiana Giuoco Calcio pubblicata sul Comunicato ufficiale n. 38 del 3 maggio 2018” : cosi dice il comunicato che fa esultare il commissario Cosimo Sibilla, che non nasconde una certa soddisfazione e si dichiara disponibile al confronto con quanto fatto dalla FIGC e garantisce che le date di partenza dei campionati saranno confermate e regolari, e ribadisce "Se la Figc vuole mettere risorse, le deve mettere a disposizione di tutto il movimento" oggi pomeriggio inoltre in conferenza stampa lo stesso Sibilla spiegherà i suoi piani e le proposte della LND per il calcio femminile.

La FIGC ha già annunciato che farà ricorso al Collegio di garanzia, per continuare il progetto di far evolvere il livelo del calcio femminile italiano e ridurre le differenze fra noi e il resto del calcio europeo.

Dal mio punto di vista questo braccio di ferro fra LND e FIGC è un passo indietro per il movimento calcistico femminile, che negli ultimi anni sta aumentando il numero di iscritte, ma viene ancora sottoconsiderato e che purtroppo vede tante Società e sopratutto calciatrici, affrontare diverse difficoltà sopratutto economiche soltanto per poter solo fare ciò che amano: giocare a calcio.

 Certo negli ultimi anni si è visto un aumento di risorse, e di interesse in aumento grazie alla Juve, alla Fiorentina, e altre che  nonostante alcune uscite infelici dirette alle calciatrici, stanno facendo sognare tante ragazze, ma allo stesso tempo negli ultimi anni abbiamo visto fallire squadre storiche femminili, come la Torres e poche settimane fa il Brescia (il cui titolo è stato rilevato dal Milan), senza quasi nessuna speranza di salvarle, in modo davvero triste per tante ragazze e tifosi che negli anni hanno permesso a tante ragazze di sognare di giocare in nazionale e scendendo in campo con tanta passione, che davvero spero non sia lasciata morire a se stessa, ma anzi venga nutrita dalle federazioni per tante ragazze che sperano di seguire le orme di Carolina, Morace, Mia Hamm, Sara Gama, della Gabbiadini e tante altre.

Sara GamaNovara 20-05-2018 spareggio cam
Fonte: l'autore Giuseppe Corraine

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.