Ormai bisogna ammainare le bandiere: il calcio sarà solo show-business

Tramonta un'era e ci si affaccia nel presente e futuro senza più bandiere e totem

di Mario giovanni Cardamone
Mario giovanni Cardamone
(197 articoli pubblicati)
AC Milan v AEK Athens

De Rossi insieme a Totti è l'ultimo esempio di giocatore nato, cresciuto e formatosi e affermatosi in un'unica squadra: la Roma. Ma questi due esempi sono destinati a non ripetersi. A comandare infatti sarà sempre il denaro, capace di spostare tutto: fra cuore e interessi prevalgono ormai quest'ultimi.

Maldini, un altro totem milanista, ha vissuto prima di Totti e De Rossi questo calcio romantico, dove un giocatore si legava e veniva identificato con una sola fede calcistica: tutto ciò è ormai preistoria. Ma Donnarumma pur blindato da un faraonico contratto di 6 milioni di euro non è sicuro che resti al Milan, motivo per cui già cade il presupposto di legarsi a vita ad una sola maglia. In un calcio basato sui soldi tutto si può avere e comprare e l'asta delle bandiere è e sarà scossa sempre da forti turbolenze.

Come negli scali aeroportuali - per usare un termine metaforico - i giocatori partono verso mete sempre più dorate e ambite fregandosene altamente di lasciare a terra sentimenti e radici che non sono più piantate in quel posto e veleggiando verso il meglio per il loro avvenire e futuro.

Sarà il calcio business a dominare, tutto avrà un prezzo: si mercanteggerà ad ogni latitudine e ciò creerà sempre più profondi solchi fra le società che fra di loro si scambieranno pezzi da novanta e le altre che verranno saccheggiate sistematicamente. Un giocatore è già una fortuna se resta tre anni nello stesso posto senza essere attratto da sirene ammaliatrici sempre ascoltate anche se in presenza di contratti lunghi.

Nessuno ci ridarà il calcio fatto di giocatori identificabili con un solo club, tutto muta alla velocità della luce a scapito dell'appartenenza come segno distintivo e permanenteChissà se tutto questo può ancora definirsi calcio, dove nulla guarda al passato anzi tutto è fatto in ottica futuristica e ognuno fa ciò che vuole senza regole, stracciando contratti anche firmati il giorno prima. E' un calcio alla deriva più totale: forse questa crisi di valori farà recedere tutti prima del profondo baratro.

AC Milan v Empoli - Serie A
Fonte: l'autore Mario giovanni Cardamone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.