Non esiste più la “classe media”, anche nel calcio…

La dittatura dei 3 punti ha contribuito ad aumentare il divario tra i top club e le altre e in Italia di top è rimasta solo la Juve che vince tutto da 8 anni

di Luigi Tuveri
Luigi Tuveri
(29 articoli pubblicati)

La dittatura dei 3 punti ha contribuito ad aumentare il divario tra i top club e le altre e in Italia di top è rimasta solo la Juve che vince tutto da 8 anni. Certo non solo i 3 punti hanno trasformato il campionato di calcio italiano in una lotta per la piazza d'onore o per un posto in champions (solo per prendere i soldi delle tv partecipandovi, non certo per vincerla) o per un posto in europa league (poi però che fatica giocare il giovedì) o per stare dal lato sinistro della classifica o per non lottare per retrocedere e vivere un campionato sereno o per non andare proprio in B. Lo sfacelo lo hanno causato anche gli introiti tv, la crisi economica che non ha salvato certo il calcio, il fair-play finanziario, insomma tanti altri piccoli tasselli che hanno tolto il gusto di sapere chi vince, della competizione. La Juventus, reduce da 7 scudetti consecutivi, compra CR7. Possono avere speranze le altre che di campioni ne annoverano ben pochi, qualcuna nessuno, tra le loro fila? Mentre sto scrivendo questo, leggo che Ausilio, visto gli infortuni continui di Vrsaljko sta trattando Darmian. Nel calcio moderno i terzini di fascia, che poi sono ali d'attacco, sono fondamentali. Avete presente le squadre top che razza di campioni hanno a fare i terzini? Qualità, tecnica, velocità. Qualche nome top? "Jordi Alba, Meunier, Cancelo." Darmian e Vrsaljko sono due meno che mediocri, quindi o l'Inter, che dice di voler competere con la Juve, cerca veri top player o non ha speranza. Il divario che la Juve ha posto tra sé e le altre è abissale. Il tanto esaltato Napoli ha fatto 0-0 in casa col Chievo, c'è da aggiungere altro riguardo alla possibilità che ha di competere con i bianconeri? ADL, un po' alla Spalletti, si diverte a fare proclami che attirano i giornalisti a scrivere articoli acchiappa like e che raccontano una realtà invisibile sia agli occhi che a tutto il resto. Scrivere la verità scoraggia la visualizzazione? Meglio esaltare una vittoria inutile e al primo passo falso evocare un cambio di allenatore? Tutti gli allenatori, tranne Allegri, allenano sempre inseguiti dalla Spada di Damocle. A proposito di Allegri, che la si smetta di premiarlo e si premi chi i miracoli li fa davvero. De Zerbi, Giampaolo, Simone Inzaghi, Di Francesco, Sarri, Gasperini. Qualche nome che merita di più di chi, sì, è bravo ad amministrare 20 top player, e non è facile, ma i seminatori di calcio sono altri. Allegri poi vince già abbastanza. Quando domani saprà miracolare anche lontano dalla Juve, ne riparleremo di panchine d'oro eccetera.

Poi capita un Roma-Inter 2-2 e il titolo dei giornali sportivi recita: "Grande spettacolo all'Olimpico, un pareggio che non serve a nessuno".

Eccola qua la verità incosciente.

Se il pareggio non serve a nessuno nonostante una bella gara, avvincente, che si faccia come nel basket o nella pallavolo. Che il pareggio venga abolito! La dittatura dei 3 punti non lascia spazio alla X e al punticino a testa. Serve solo vincere e per vincere le forti hanno cercato di essere sempre più forti, tanto che alla fine di squadre competitive, in Italia, ne è rimasta una sola. Ma siamo oramai tutti "decoubertiniani", che parlo a fare?

https://www.gazzetta.it/Calcio...

Juventus
Fonte: l'autore Luigi Tuveri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.