Napoli: Ancelotti e Sarri, gioia e tristezza

Nonostante l' ingaggio del tecnico emiliano, fra i migliori al mondo, in città c'è un velo di malinconia dovuto all'addio di Sarri.

di Gennaro Lucarelli
Gennaro Lucarelli
(1 articoli pubblicati)
SSC Napoli v Torino FC - Serie A

Premessa: Carlo Ancelotti è fra i migliori tecnici del mondo, se non il migliore in assoluto. Il Napoli ha ingaggiato una stella di prima grandezza del calcio mondiale, dando un segnale forte di volersi confermare competitivo in campionato e di volerlo diventare anche in Europa. Eppure in città non c'è l'euforia che ci si aspetterebbe dopo un colpo del genere ed in una piazza passionale come quella di Napoli. Intendiamoci, la soddisfazione per l'arrivo del tecnico emiliano è forte, e le aspettative relative ai risultati che otterrà sono alte, ma siamo comunque lontani dall'eccitazione che si è respirata per l'acquisto di calciatori dal palmares ben inferiore a quello di Ancelotti. E allora da cosa deriva questa accoglienza così "fredda"per gli standard napoletani?

Il "problema" è che l'arrivo del mister ex-Milan e Real non è conseguenza di una stagione fallimentare e dell' esigenza di rilanciarsi, anzi; la stagione scorsa è stata probabilmente la migliore della storia del Napoli, per alcuni aspetti superiore perfino a quelle dei due scudetti. Inoltre in questi mesi la squadra e la piazza hanno stretto un legame fortissimo, che andava, e va tutt'ora, a campionato terminato, ben oltre la volontà ed il sogno di portare a casa il titolo di Campioni d'Italia. La vera ragione di questa affinità tra la squadra e il tifo napoletano sta nella modalità con cui gli azzurri hanno inseguito quel sogno, provando a raggiungerlo attraverso l'unione fra i calciatori, l'applicazione maniacale, e la convinzione che si potesse colmare la differenza tecnica ed economica con squadre più forti solo attraverso il lavoro. Il Napoli ha interpretato appieno lo spirito di una città stracolma di persone con un proprio sogno da realizzare e la voglia di fare l' impossibile per raggiungerlo, senza cambiare il proprio modo di essere e superando le mille difficoltà che si incontrano ogni giorno. E il finale, con l' obiettivo sfumato quando era più a portata di mano, non ha scalfito questo legame, perchè c'era la consapevolezza di aver dato tutto, e di avere la coscienza a posto. 

Il vero artefice di questa stagione straordinaria, per i tifosi napoletani e non solo, è il predecessore di Ancelotti: Maurizio Sarri. A lui va il gran merito di aver convinto calciatori e tifosi che uniti si poteva raggiungere l'obiettivo, a lui va il merito di aver convinto tutti che l' unico modo per raggiungere il traguardo era attraverso il lavoro quotidiano, a lui va il merito di aver convinto tutti che per superare ogni ostacolo, l'unica strada era giocare a calcio divertendosi, perchè non c'è senso nella vita se si fanno le cose contro la propria natura, a prescindere dal risultato finale. Maurizio Sarri ha ridato orgoglio, fiducia e forza ad una squadra e ad una città che li avevano smarriti, spronando tutti ad essere se stessi, fregandosene dei giudizi altrui, e facendo ciò che ci piace, perchè la vita è una sola e va vissuta appieno, e tutto questo probabilmente senza nemmeno averci pensato, senza nemmeno essersene reso conto, senza nemmeno aver avuto la presunzione di insegnarci tutte queste cose. L'ha fatto perchè è il suo modo di essere e di vivere la vita. E' per questi motivi che Maurizio Sarri è entrato nel cuore di napoletani. E' per gli stessi motivi che l'accoglienza riservata ad Ancelotti è stata meno "euforica" del previsto. Non perchè non ci fosse gioia per il suo arrivo, ma perchè questa gioia era attenuata da altrettanta tristezza per l'addio di un uomo eccezionale. Grazie di tutto Mister Sarri.

Fonte: l'autore Gennaro Lucarelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.