Il Punto: Milano da vivere ma la Signora sta tornando

Botta e risposta scudetto tra Milan e Inter, intanto la Juve c'è. Bagarre-Champions: Roma e Lazio super, mentre a Napoli, Gattuso va contro ADL.

di Gino Plinius
Gino Plinius
(7 articoli pubblicati)
Milan

"Milano è positiva, ottimista, efficiente. Milano è da vivere, sognare e godere."

Iniziava così uno storico slogan pubblicitario ideato nel 1985 per la campagna dell'Amaro Ramazzotti. 

Racchiude in pieno la Milano, che a colpi di botta e risposta chiarisce che sarà vera battaglia per una lotta scudetto senza tempo. 

Il Milan, dopo una settimana difficile per i ko con Atalanta e Inter di Coppa, rialza la testa regolando 2-1 un Bologna sornione. D'accordo, la vittoria è arrivata con 2 rigori (netti) ma i rossoneri hanno giocato con praticità e determinazione, giocando una partita a senso unico, creando anche molte occasioni. Bene sia Leao nel nuovo ruolo di trequartista e sia Rebic che ha recuperato appieno. Sorprende Tomori per la personalità mentre Donnarumma è decisivo, autore di 2 prodezze nelle uniche volte in cui il Bologna si è reso pericoloso. Non bene Ibra, apparso nervoso e poco lucido, sbagliando giocate e un rigore. Succede, è una nuvola di passaggio, lui è un campione, si riprenderà. 

Il Milan si è ripreso ed ha vinto da grande squadra. La Milano da vivere dei rossoneri che vogliono esserci fino in fondo per lo scudetto e ora che Pioli sta recuperando anche giocatori importanti è bene pensarci, è bene crederci. 

Il Milan chiama e l'Inter risponde.

I nerazzurri battono 4-0 un Benevento fin troppo timido, con caparbietà e qualità. La Lu-La torna a segnare dopo 4 partite a secco: 1 gol per Lautaro e 2 per Lukaku, che ad Ibra risponde sul campo.

Altra prova incoraggiante di Eriksen. Il danese si sta integrando nel nuovo ruolo di play con maestria e sapienza. Dopo essersi sbloccato nel derby, è apparso come nuovo, giocando una gara di qualità e lucidità con molti lampi. I piedi non si discutono e se inizia a prender fiducia... 

Tolto il pari di Udine; tra Juve, derby di Coppa e ieri, la squadra di Conte ha mostrato brillantezza e carattere. Psicologicamente si respira aria di positività. La Milano da vivere, con efficienza quella di Conte che prende autostima nel "vincere aiuta a vincere".  

Il duello milanese si sta facendo affascinante e ora che la stagione entra nel vivo... ne vedremo delle belle. 

Tra due che litigano, c'è una terza, che ad ora non gode ma è lì alla finestra: la Juve

La squadra bianconera di Pirlo ha vinto 2-0 a Genova contro la Samp. Una vittoria "allegriana" di cinismo e forza.  La Juve sta tornando e lo sta facendo nel nome di questi 4 giocatori: Arthur e McKennie che si contemplano perfettamente a centrocampo; Chiellini che ha ridato solidità difensiva e Cuadrado che è in eccellente forma.

Ronaldo ancora a secco, ma gioca al servizio della squadra, inoltre con un Chiesa così devastante, a Pirlo va più che bene. 

4 vittorie, 10 gol fatti, 0 subiti nelle ultime 4 partite. Ora i banchi di prova: Inter due volte in Coppa, Roma e Napoli in Campionato e Porto in Champions, ci diranno se la Signora è tornata sul serio. 

La Juve oscilla tra una lotta Scudetto e una lotta Champions appassionante. Resta salda al terzo posto la Roma che batte 3-1 il Verona. Una bella risposta che la squadra ha dato a Fonseca dopo giorni difficili. Con o senza Dzeko il gruppo è dalla parte dell'allenatore. E sabato c'è Juve-Roma

Subito dietro la Juve, a pari punti a quota 37 ci sono la Lazio e il Napoli. 

I biancocelesti si prendono la rivincita contro l'Atalanta espugnando Bergamo per 1-3. Vera lezione di calcio quella di S. Inzaghi al Gasp, e fanno 5 vittorie consecutive per i biancocelesti che vanno come un treno. Dea troppo brutta per essere vera.

Il Napoli, invece, regola un Parma sterile per 2-0. Vittoria importante. Ma tengono banco le dichiarazioni di Gattuso post-gara: "deluso da ADL per una situazione gestita male". 

Rino è un ragazzo sanguigno e dice sempre quello che pensa, ma queste parole al giorno d'oggi con un mese di Febbraio caldissimo e con tutti gli obbiettivi ancora alla portata, le poteva evitare. Sarà fuoco o vento, lo scopriremo già da mercoledì nella gara di Coppa contro l'Atalanta. 

Inter
Fonte: l'autore Gino Plinius

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gatybox - 1 mese

    Campionato equilibrato come non accadeva da tanti tanti anni.

    1. Gino Plinius - 1 mese

      Si. E direi finalmente. Godiamocelo. ☺️☺️

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.