Milan: Re Zlatan Ibrahimovic è tornato

Un Milan concreto e compatto stende un Cagliari sempre più in crisi

di Christian Tron
Christian Tron
(12 articoli pubblicati)
Zlatan Ibrahimovic

Sono bastati sette minuti ieri sera alla Sardegna Arena a Zlatan Ibrahimovic per ritrovare il gol a distanza di 57 giorni dall'ultima volta, quando mise a segno una splendida doppietta contro il Napoli. Poi l'infortunio in quella stessa partita, il recupero che sembrava imminente e la ricaduta. Ma ora il fenomeno svedese è ufficialmente tornato e si è ripresentato alla sua maniera: con una doppietta che stende il Cagliari, la quinta in campionato, che porta il suo bottino personale a 12 gol in sole 8 presenze in campionato. Insomma Zlatan a 39 anni appare ancora in grandissima forma, un realizzatore infallibile ed un giocatore ora più che mai determinante. 

La prima rete di ieri sera è un connubio di esperienza, con la quale si procura il rigore, e di freddezza, con cui lo realizza con una conclusione potente e precisa che spiazza Cragno. Al 52' minuto lo svedese si ripete: parte sul filo del fuorigioco, da grande attaccante, e sfrutta un lancio perfetto di Calabria per infilare nuovamente il portiere rossoblu.

Il numero 11 rossonero stravince il duello ravvicinato con l'esperto Godin, il quale non appare mai in grado di poter limitare le iniziative offensive e lo strapotere fisico del fenomeno milanista.

Il match sembra virtualmente chiuso in virtù del doppio vantaggio a cui si somma il clamoroso palo colpito da un ottimo Calabria nel corso del primo tempo, se non fosse che Saelemaekers, entrato al posto di Hauge al 66' minuto, colleziona due cartellini gialli nell'arco di 8 minuti lasciando i lombardi in dieci uomini per l'ultimo quarto d'ora di partita. Il Milan però difende bene ed in maniera ordinata, riuscendo così a mantenere il clean sheet e soprattutto ad aggiudicarsi i 3 punti che la riportano in vetta alla classifica in solitaria a quota 43 punti. Al contrario rimane critica la situazione di classifica dei sardi, i quali collezionano la quinta sconfitta consecutiva che li proietta al diciassettesimo posto, a solo 1 punto di vantaggio sulla zona retrocessione.

Il progetto della dirigenza rossonera e del ds Paolo Maldini di creare una squadra competitiva unendo l'esperienza dei giocatori più anziani all'esuberanza ed alla personalità dei giovani sembra funzionare al meglio e continua progressivamente a portare i risultati sperati, come dichiarato dallo stesso Zlatan Ibrahimovic ai microfoni di Sky a fine partita, in cui afferma di sentirsi felice, ringiovanito e motivato dalla costante competizione che si viene a creare durante gli allenamenti con i calciatori molto più giovani di lui, i quali lo spingono a dare sempre il massimo.

Aspettando l'arrivo di Mario Mandzukic, che apporterà un'ulteriore dose di carisma, esperienza e cattiveria agonistica alla squadra, il futuro del Milan appare finalmente roseo dopo nove anni complicatissimi e privi di particolari gioie sportive.

La fonte dell'articolo è l'autore Christian Tron

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.