Milan: la Juventus ti fa grande….

Higuain e Caldara accendono la Milano rossonera e la Juventus ora fa meno paura...

di Antonio Siracusa
Antonio Siracusa
(35 articoli pubblicati)
Caldara e higuain

Gli equilibri nel calcio, come nella vita, corrono lungo un filo sottile, basta poco per sovvertirli e cambiarli. Il Milan, con l'acquisto di Higuain e Caldara in un colpo solo ha ridotto notevolmente la distanza dalle altri grandi del campionato e ha svelato il lato umano della Juventus, riportando i bianconeri sulla terra. Attenzione, la squadra di Allegri resta ancora fuori portata per tutti in Italia ma di certo con questa doppia cessione il vantaggio si è ridotto. Non solo Higuain, ma anche Caldara è una brutta perdita. Il giovane difensore ex Atalanta è destinato ad essere in futuro, ma anche nell'immediato presente, uno dei difensori più forti nel panorama italiano e internazionale. Non a caso Allegri si è detto dispiaciuto di questa partenza, anche perché riaccoglierà quel Bonucci con cui non si è mai fatto mistero delle liti e dei rapporti non proprio idilliaci che di fatto portarono Leo, lo scorso anno, a lasciare Torino. Ma questo è il calcio dove tutto sembra si possa dimenticare in fretta e i sentimenti, come le parole, sono volatili come lo spread e gli indici di borsa...

Complimenti al Milan e alla sua nuova dirigenza. Higuain già alla presentazione di ieri ha smosso entusiasmi e passioni che non si vedevano da tempo nella sponda rossonera di Milano. La metropoli lombarda sta tornando nuovamente protagonista, non solo i rossoneri, ma anche l'Inter si sta riprendendo la scena del calcio nostrano, se davvero poi riuscirà nella titanica impresa di strappare Modric al Real si candiderebbe di fatto ad essere l'anti Juve numero 1

A preoccuparsi di questa forte ascesa dovrebbero essere soprattutto Roma e Napoli che in questi anni si sono spartiti le piazze d'onore alle spalle della Juventus. La Roma, dopo lo sgarro Malcom, sembra essersi immalinconita ed è sparita dai radar del mercato lasciando irrisolti le mancanze della propria rosa. Non illudano i 4 gol rifilati al Barcellona qualche giorno fa. I blaugrana hanno giocato quella gara con la squadra B... Il Napoli, nonostante le parole di De Laurentiis dicano il contrario si è indebolito. Ha si acquistato Verdi e Fabio Ruiz ma ha perso Jorgihno e  sopratutto Sarri. L'italo brasiliano era il fulcro del centrocampo azzurro e ha seguito il suo mentore a Londra. La sua partenza non è ancora stata colmata ed Ancelotti, pur essendo tra i migliori tecnici al mondo, avra' bisogno di tempo per far dimenticare lo spumeggiante e spettacolare gioco di Sarri.

Insomma stanno tornando i vecchi equilibri con Juventus, Inter e Milan a prendersi la scena e Roma e Napoli ad inseguire. Ma il mercato non è ancora finito. Ci aspettiamo altri colpi di scena... 

Fonte: l'autore Antonio Siracusa

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.